Back to top

Verde pubblico e umore: le analisi di uno studio inglese

Category:
Verde pubblico

 

La presenza di ampi spazi verdi nelle città influisce positivamente sull'umore dei cittadini e aumenta la qualità della vita e il benessere generale. E' questo il risultato di uno studio condotto dalla facoltà di Medicina dell'Università di Exeter e pubblicato sulla rivista scientifica "Psycolical Science".

Lo studio ha fornito risposte concrete, a tal punto da comparare il benessere derivato dalla presenza di verde pubblico e il benessere derivato da eventi positivi o accadimenti che fanno parte della vita quotidiana di ognuno. I cittadini che possono usufruire di parchi e di aree naturali percepiscono "energia positiva" pari al 30% di quella prodotta dall'essersi sposati e un decimo di quella prodotta dall'essere assunti.

Lo studio è stato condotto grazie al monitoraggio, durato 17 anni, di 5000 famiglie del Regno Unito. In particolare, le famiglie hanno dovuto comunicare di volta in volta le sensazioni e lo stato umorale percepito durante i loro viaggi in Europa. I ricercatori anno poi messo in relazioni questi dati con i dati relativi alla presenza di verde pubblico nelle città metà dei viaggi. Ebbene, è stato registrato che lo stress diminuisce laddove il cittadino può usufruire di parchi e aree naturali.

Il risultato di questo studio assume una valenza particolare se si considerano le prospettive politiche e amministrative. Lo strumento "manutenzione e gestione parchi" può rivelarsi un arma per aumentare la qualità della vita delle popolazioni senza dover spendere ingenti risorse. A tal proposito,il Dott. Mathew White , direttore del Centro Europeo per l’Ambiente e la Salute Umana dell’Università di Exeter, ha dichiarato: " Queste ricerche sono molto importanti per i politici quando devono decidere come investire le scarse risorse pubbliche. L’obiettivo è quello di impiegare il denaro nel modo più proficuo possibile, ad esempio destinandolo allo sviluppo e alla manutenzione dei parchi".