Back to top

Trasporti green: a Stoccolma il vaporetto sostituisce la metro

Category:
foto-stoccolma-vaporetto
Grandi notizie da Stoccolma, ove per ridurre il problema del traffico sulle strade, arriva una nuova ed interessantissima novità: utilizzare i fiumi delle città, o per meglio dire, rendere il vaporetto, efficiente proprio come una tradizionalissima metropolitana!
Ebbene si, questa è infatti l'idea che arriva da Stoccolma, ossia far correre sui fiumi delle città, vaporetti efficienti come la metro, in grado di trasportare passeggeri e/ cose, da una parte all'altra della city, in modo agevole e veloce, alleggerendo così la congestione urbana.
Una proposta che torna in un certo qual senso alle antiche origini dei mezzi di trasporto, con la barca; che il team del progetto 365 Waterway, è sicuro porterà innumerevoli vantaggi in Svezia, non solo in quanto ridurrà le auto, evitando così di fare danni all'ambiente ma rivoluzionando nel vero senso della parola la mobilità cittadina, anche nei confronti dei vaporetti già esistenti, sulla scia della metro!
Il vaporetto pensato nel progetto 365 Waterway è bene infatti chiarire non avere nulla a che vedere coi classici vaporetti ma piuttosto appunto una metropolitana, in primo luogo grazie ad una nuova disposizione dei vagoni, onde agevolare la facilità e la velocità di accesso, tanto che l'accesso avverrà dai lati e non più dalla prua e dalla poppa, velocizzando così al massimo i tempi di entrata e di uscita, ma non è tutto, perchè in questo modo sarà indubbiamente più agevole salire sul mezzo ad esempio con le bici, grazie anche agli spazi più ampi ideati, agevolando così di conseguenza peraltro, il volume dei pendolari in bicicletta.
Il progetto 365 Waterway nasce dai ricercatori del KTH Royal Institute of Technology, che tenendo conto della fisionomia della città di Stoccolma e delle sue isole, hanno pensato di usufruire dell'acqua per agevolare i trasporti green, riducendo il numero dei veicoli in giro ed i tempi degli spostamenti dei pendolari, che udite udite … si ridurrebbero di ben 1/3!
Un progetto ed un obbiettivo di diffusione dei trasporti con il vaporetto, per raggiungere il quale però, ha sottolineato Karl Garme, ricercatore del KTH, è necessario che ci siano delle premesse fondamentali:

  • i vaporetti devono essere integrati fisicamente in modo ottimale, con le infrastrutture;

  • è necessaria una stazione di autobus d'acqua;

  • i vaporetti dovrebbero funzionare tutto l'anno, anche in inverno, quando l'acqua gela;

  • l'imbarco e lo sbarco dovrebbero essere veloci;

  • le metropolitane dovrebbero essere efficienti dal punto di vista energetico ma anche modulare, con dimensioni diverse a seconda delle esigenze;

  • sarebbe opportuno pianificare il traffico dei vaporetti, prima di partire con il servizio.


Un progetto 365 Waterway, che mira a dimostrare che i fiumi rappresentano una risorsa preziosa per il trasporto sostenibile nei sistemi urbani; un progetto che i ricercatori hanno valutato essere adattabile peraltro a diverse città e contesti, tra i quali il nostro Tevere a Roma, ove rappresenterebbe indubbiamente una valida alternativa per decongestionare il normale traffico cittadino, nel quale, a dispetto delle 2 linee metropolitane, muoversi è davvero un problema! Non trovate anche voi? Non resta che quindi attendere, quando il progetto nel nostro Belpaese si concretizzerà davvero!

(Fonte: Greenme.it)