Back to top

Ticket sanitari, in Emilia Romagna si pensa all'Isee

L'entrata in vigore dei ticket in Emilia Romagna non ha dato grandi problemi: lo comunica la Regione diffondendo i dati del giorno di debutto. L'istituzione parla di un aumento di richieste di informazioni (migliaia le telefonate al numero verde del servizio sanitario regionale) a cui si è potuto far fronte grazie all'aumento del numero degli operatori che sono passati dai precedenti 5 agli attuali 23. I moduli per le autocertificazioni ritirati sono stati quasi 20mila e potranno ora essere riconsegnati da mercoledì 31 agosto anche in tutte le farmacie di Bologna.

Intanto l'assessore alla Sanità Carlo Lusetti rassicura sull'introduzione dell'autocertificazione Isee per definire il reddito familiare dal quale dipenderà poi il pagamento dei nuovi ticket sanitari entrati in vigore da ieri: "Stiamo lavorando - afferma Lusetti - per creare uno strumento che introduca maggiore equità; la Regione è impegnata in un nuovo percorso che individui strumenti di valutazione della condizione socio-patrimoniale più efficaci, partendo dall'Isee".