Back to top

smaltimento rifiuti

Differenziata: il tessile ha finalmente le sue linee guide

Differenziata tessileIl tessile è uno dei settori che la differenziata, almeno in Italia, a malapena sfiora. La situazione in tutta Europa è precaria e arretrata rispetto agli altri materiali. Il Bel Paese, però, si distingue per i risultati negativi. La media di rifiuti tessili raccolti e differenziati per i paesi dell'Unione Europea è di 4 kg per capita all'anno. In Germania si arriva persino a 7 kg.

Rifiuti: un rapporto Ong critica l'Unione Europea

L'Organizzazione Non Governativa Friends of Earth, sezione Europa, ha criticato in un rapporto l'Unione Europea per il trattamento dei rifiuti. In buona sostanza, vengono utilizzate troppo le discariche e troppo poco differenziata e riciclo. I numeri, secondo l'Ong, sono allarmanti e per nulla degni di una potenza economia come l'Ue: il 60% dei rifiuti viene dato in pasto gli inceneritori o viene sotterrato nelle discariche e con essi una grande quantità di materiali preziosi per l'industria e per la vita di tutti i giorni.

Differenziata: a Pomezia il sindaco bara?

A Pomezia il sindaco bara sulla differenziata. E' quanto emerge dal singolare caso che ha coinvolto l'amministrazione laziale e il primo cittadino Enrico De Fusco. Questi avrebbe spacciato il suo comune tra quelli in crescita per quanto riguarda la differenziata, vantando un risultato considerevole e al di sopra della media nazionale: il 40% di rifiuti differenziati.

Waste Italia e il progetto Waste Way Project

Waste Italia

Waste Way Project è la partneship tra le più importanti aziende italiane operanti nel settore della gestione dei rifiuti industriali, che si sono unite per condividere standard e
qualità dei servizi.

L’obiettivo comune è quello di migliorare i servizi resi ai propri clienti attraverso il rigoroso rispetto delle vigenti normative e con la definizione di standard omogenei di servizi.
Subscribe to smaltimento rifiuti