Back to top

Svezia: no ai dolcificanti artificiali, si alla Stevia

stevia-common

La Svezia ha intrapreso il supporto a un progetto di ricerca per sviluppare l’utilizzo della Stevia come sostituto ufficiale su larga scala dei dolcificanti artificiali. L’iniziativa parte da una proposta di Bayn Europe e Barentz Group. Ed è già stato appurato che avrà effetti positivi sia per la salute dei cittadini, con un'efficace prevenzione dell’obesità e del diabete, sia per l'ambiente. La Stevia verrà introdotta in tre prodotti di carattere dolciario: la marmellata, il ketchup, che è una salsa salata ma a base zuccherina e il cacao in polvere, la Stevia andrà a sostituire i dolcificanti artificiali comuni,  usati dalle aziende alimentari. L’obiettivo è quello di produrre alimenti a ridotto apporto calorico. La Stevia verrà associata a fibre vegetali ricavate dai residui di produzione del succo di mela, e dell'avena. L'iniziativa ha il supporto della Swedish Agency For Economic and Regional Growth, per una svolta efficace nei confronti della salute pubblica, e del Governo svedese, Il progetto ha la durata di un anno, cioè fino a dicembre 2014 e contempla tre fasi: 1) Ricerca, produzione e distribuzione dei tre prodotti dimostrativi nella regione prescelta. 2) Raccolta dei feedback espressi dai consumatori. 3) Valutazione dei risultati ottenuti, ulteriore sviluppo dei prodotti e ampliamento della loro distribuzione. Bayn Europe azienda con sede a Stoccolma specializzata in dolcificanti naturali e salutari, già realizzati da tempo con la Stevia, distribuirà i prodotti sperimentali sul mercato europeo con il marchio Eureka.