Back to top

Svezia: nato il più grande parcheggio coperto per bici d'Europa

Category:
foto-parcheggio-coperto-bici-svezia
Uno dei punti a sfavore della bicicletta quale mezzo di trasporto è indubbiamente il timore di furto, a causa della mancanza in molte, moltissime zone, di parcheggi custoditi ove ricoverare al sicuro dai malintenzionati il mezzo.
Una problematica che in Svezia, precisamente a Malmo, è stata risolta recentemente grazie alla costruzione di Bike & Ride, un parcheggio al coperto per bici, che è peraltro il più grande parcheggio per le bici al coperto d'Europa, garantendo la massima sicurezza e lo spazio per ospitare ben 1500 biciclette, tutte al coperto, oltre alla disponibilità per altri 700 parcheggi per le bici a livello della strada.
Un parcheggio Bike & Ride facilmente accessibile sia in entrata che in uscita grazie a comode rampe, ascensori e scale speciali dotate di una rampa in metallo apposita per semplificare il passaggio delle ruote della bicicletta; che peraltro garantisce il massimo grado di sicurezza con telecamere di sorveglianza, posteggi con lucchetto ed accesso con tessera personale; il tutto peraltro con tariffe minime per i servizi aggiuntivi!
Il normale parcheggio negli spazi di Bike & Ride messi a disposizione dei cittadini è inoltre completamente gratis ed in ogni caso, è garantito il servizio di sicurezza e di videosorveglianza, onde verificare eventuali irregolarità e problemi; ma non è tutto.
Bike & Ride è infatti un parcheggio decisamente all'avanguardia e particolarmente utile ai pendolari, grazie ai tabelloni con gli orari dei treni e degli autobus, che indicano gli arrivi e le partenze e ad un accesso facilitato ai treni ed agli autobus della stazione centrale di Malmo, con segnaletica ben visibile; ma non solo, perchè ci sono anche toilette con doccia, una sala d'attesa, un negozio per le bici, pompe per gonfiare i pneumatici gratis e attrezzi a disposizione per eventuali riparazioni d'emergenza.
Un parcheggio Bike & Ride accessibile peraltro anche alle bici di dimensioni più grandi, come ad esempio le cargo bike, ossia ad esempio le bici a tre ruote per trasportare i bagagli, gli oggetti pesanti o per gli spostamenti coi bambini, alle quali è riservato uno spazio speciale, più ampio e semplice da raggiungere; bici – normali o più grandi che siano – che una volta sistemate nelle rastrelliere libere disponibili del parcheggio, si possono ritrovare facilmente grazie al numero dato ai singoli parcheggi: un vero vantaggio che indubbiamente semplifica la vita dei ciclisti!
La speranza è quindi che presto altre città del mondo seguano l'esempio di Malmo e quindi della Svezia, creando parcheggi spaziosi e sicuri, per rendere più semplice la vita dei ciclisti ed incentivare così l'uso della bici quale mezzo di trasporto abituale. Non credete anche voi?