Back to top

Socket: primo pallone che produce energia

Energia da un palloneUn'idea divertente e fine a se stessa o un oggetto realmente utile e utilizzabile su larga scale? Solo il futuro risponderà a queste domande. Nel frattempo, Socket sta vivendo le luce della ribalta, se non altro per l'originalità del progetto. Socket è il primo pallone che produce energia. Lo fa sfruttando l'energia cinetica e convertendola in energia elettrica.

Socket produce abbastanza energia, quindi - almeno sotto questo profilo - utile. E' stato comprovato che trenta minuti di calci, lanci e tiri produca così tanta energia da tenere accesa una lampadina led per tre ore.

L'idea è venuta ad alcuni studenti di Harward, nemmeno laureati ma evidentemente già assai competenti. Il brevetto è stato depositato, ma il pallone non ha ancora invaso il mercato. C'è un motivo: prima di permettere alle aziende che si sono atte avanti di commercializzarlo, i ricercatori intendono ottimizzare Socket, quindi proporlo nel suo stadio finale. Per ora, alla finestra è Uncharted Play.

La sua utilità, anche alla luce delle opinioni di una dei ricercatori, non si discute. L'obiettivo principale è quello di approvvigionare di energie le realtà più disagiate del pianeta, magari soprattutto quelle in cui vivono bambini che, in strada, con materiali di scarto creano un pallone e giocano a calcio dalla mattina alla sera. Socket, qualora fosse messo in commercio e "donato" a chi ne ha bisogno, rappresenterebbe un'alternativa alle pericolosissime lampade e gas o a olio. Sono pericolose per la sicurezza in sé ma soprattutto sono pericolose perché provocano danni simili a quelli causati dalle sigarette.

Socket non è ancora perfetto, ma poco vi vuole. Per adesso, si sta cercando di farlo assomigliare quanto più possibile a un pallone normale. Per ora pesa qualche decina di grammi di più e non rimbalza benissimo (ha una sorta di rimbalzo controllo, quasi fosse un pallone di calco a 5).