Back to top

Shopper biodegradabili: funzionano davvero?

In questi giorni è stata effettuata l’analisi dei sacchetti da trasporto merci monouso, a 1 anno dal rilascio ufficiale dei sacchetti biodegradabili, gli esperti del settore si sono accorti che la biodegradazione è irrilevante.
Come saprete in commercio sono disponibili due tipologie di sacchetti monouso, quelli biodegradabili e compostabili. Secondo i test effettuati da Assobiolastiche, la biodegradazione degli shopper in polietilene additivato è pari al 6,5% massimo.

Il metodo di prova utilizzato è definito nello standard internazionale ISO 14855-1:2005, previsto dalla UNI EN 13432 per verificare la biodegradabilità di un imballaggio mantenendo condizioni di alta temperatura (58°C).
Quindi viene confermato ufficialmente che i livelli di biodegradazione sono insignificanti, i risultati portano la verità tra i cittadini di tutta Italia e rafforzano l’impegno di Assobioplastiche a favore di una corretta applicazione della legge 28 del 24 marzo 2012.
Nei prossimi mesi verranno effettuati altri test da parte di Assobioplastiche, che metterà sempre in evidenza i risultati ottenuti.