Back to top

Roma: la differenziata migliora

La raccolta differenziata a Roma, finalmente, fa registrare importanti miglioramenti. La situazione di partenza era precaria, non all'altezza della capitale d'Italia. Mentre altrove la differenziata migliorava a vista d'occhio (soprattutto al settentrione, vedi Parma) Roma ha dovuto fronteggiare un'emergenza rifiuti per la minacciata chiusura della discarica di Malagrotta, in concomitanza con una percentuale di rifiuti differenziata risibile.

Roma, adesso, si avvicina alla media nazionale. L'ultimo dato parla del 30%, non lontana dalla media italiana che è del 35%. A trainare la crescita di questa importante risorsa per l'ambiente e per l'economia sono i numeri del IV Municipio. Esso conta circa 200mila residenti (è una zona molto popolosa) e ha funto da "cavia" per i nuovi provvedimenti in fatto di differenziata.

Per la prima volta, a Roma si è proceduto con la raccolta porta a porta. Essa ha costretto la cittadinanza a un cambio radicale di abitudine: niente cassonetti ma buste specifiche per ogni categorie di rifiuto. Un fastidio, certo, ma che ha reso più vivibile e pulita a una zona molto trafficata e ha restituito importanti risorse alle casse comunali.

Il dato del IV Municipio è ottimo, e in quanto tale ha contribuito ad alzare il valore medio di tutto il Comune di Roma. Il dato è del 45%, in linea con alcune delle eccellenza del settentrione.

Grande la soddisfazione del presidente del Municipio, Giuseppe Bonelli. Egli ha sottolineato, in particolare, il contributo dei cittadini: "Dopo appena due mesi la sfida accolta dall' amministrazione locale, differenziata porta a porta e spinta nel territorio tra i più estesi e popolosi della Capitale, viene premiata dal senso civico dei residenti del territorio. Il 45% è un dato che ci da entusiasmo per continuare e la forza per rispondere agli attacchi strumentali anche da parte di prestigiose associazioni ambientaliste che, purtroppo, hanno dimostrato scarso senso di responsabilità per evidenti posizioni politiche, oggi confermate con le candidature alle regionali".