Back to top

Risparmio energetico: il 15 febbraio appuntamento con "M'illumino di meno"

Category:
M'illumino di meno è una di quelle iniziative che uniscono l'utile al dilettevole. L'utile è la battaglia per il risparmio energetico, il dilettevole è il contorno umoristico e spettacolare che gravita intorno all'evento, specificatamente imbastito per attirare i curiosi. D'altronde, con un nome così (che fa il verso al poeta Giuseppe Ungaretti) non potrebbe essere diversamente.

L'iniziativa è stata partorita dalla trasmissione di Radio 2 Caterpillar nel lontano 2009. Venerdì 15 febbraio ci sarà la quarta edizione. In cosa consiste? Semplicemente, per un'ora e mezza - questa volta si è scelta la fascia oraria che va dalle 18 alle 19 e 30 - gli aderenti al progetto non consumeranno energia.

L'ironia, che quest'anno è colorata dalla metafora elettorale, è abbondante nel sito di Caterpillar: "Si “vota” il 15 febbraio 2013, con il consueto “silenzio energetico” dalle 18 alle 19,30 e con ogni forma di sensibilizzazione su come consumare e produrre energia in modo efficiente e pulito. Vota M’illumino di meno. Liberté, Egalité, Risparmieté".

Quest'anno M'illumino di meno ha fatto il pieno di endorsement. Tantissime le personalità famose che si sono fatte promotrici dell'iniziativa, tra cui Claudio Bisio, Giulio Scarpati, Riccardo Iacona, Renato Mennhaimer. Tra i promotori anche tante amministrazioni, come quella di Firenze. In occasione dell'evento, le strade del capoluogo toscano verranno illuminate con un'ora di ritardo, per un risparmio complessivo di 900 kw.

Online anche un decalogo per il prefetto partecipante a M'illumino di meno, ossia una lista di buoni consigli per risparmiare energia: "1. spegnere le luci quando non servono; 2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici; 3. sbrinare frequentemente il frigorifero; tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria; 4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola; 5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre; 6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria; 7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne; 8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni; 9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni; 10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.