Back to top

Rinnovabili: Solingo, il cityrunner elettrico alimentato dal sole

foto-solingo
Ecologico, economico e decisamente innovativo, queste le parole chiave di Solingo, il primo cityrunner elettrico alimentato anche dall’energia del sole e made in Italy al 100%.
Prodotto dalla Wayel Electricbikes del Gruppo Termal, in uno stabilimento ad "energia zero", Solingo è il frutto di 3 anni di impegno progettuale, con la collaborazione di Rinnova s.c.r.l. società di ricerca partecipata dall’Università di Bologna; il primo cityrunner made in Italy, capace di immagazzinare l’energia solare grazie ad un pannello fotovoltaico incorporato!
Un ciclomotore totalmente elettrico, leggero e versatile, che risulta particolarmente adatto agli usi in città, in grado di assicurare fino a ben 115 km di autonomia grazie ad un set di batterie componibili ed alla batteria di riserva, capace di immagazzinare l’energia solare.
Il frutto di un impegno ecofriendly a 360° gradi quello portato avanti dall’azienda, che dal Sole, trae anche l’energia necessaria a produrre il nuovo cityrunner Solingo, il cui primo esemplare uscito dalle linee di montaggio dello stabilimento bolognese di Solingo, è stato donato al Comune di Bologna, con una cerimonia che ha visto protagonisti Giorgio Giatti, presidente di Termal, e Andrea Colombo, Assessore alla Mobilità della citta felsinea.
Uno stabilimento quello di Bologna, che si sviluppa su oltre 7.000 mq e che opera in una logica full ZEB - Zero Energy Building – cioè autoproducendo energia sufficiente per assicurare sia il confort abitativo interno, che il perfetto funzionamento della catena produttiva. Ma come funziona Solingo?
Il funzionamento di Solingo dipende da una batteria solare al litio, alimentata da un pannello fotovoltaico nel bauletto porta casco, che è usata per la partenza del veicolo col motore anteriore, dopo la quale subentra la batteria principale nel motore posteriore, grazie alla quale si raggiungono i 35 km/h; prestazioni che Solingo soddisfa sia quanto ad autonomia che potenza, lasciando all’utente facoltà di decidere di quante e quali batterie dotarsi.
I 2 motori elettrici da 250 W e 500W, posizionati sulla ruota anteriore e posteriore che nella normalità funzionano alternativamente, sono in grado infatti di funzionare anche contemporaneamente su richiesta dell'utente, riuscendo ad affrontare così anche pendenze particolarmente ripide ed accelerando repentinamente. E se dopo queste super prestazioni la batteria principale si esaurisce? Niente problema, perchè Solingo entra in modalità di riserva, sfruttando unicamente la batteria solare a velocità ridotta, per raggiungere la destinazione.
Comodo, pratico e sicuro, Solingo si ricarica velocemente a casa, semplicemente rimuovendo le batterie - leggere ed asportabili - collegando l’alimentatore ad una presa elettrica. Ma quali sono i costi energetici ed i vantaggi di Solingo? Decisamente competitivi, eccoli:
  • ben inferiori a 50 centesimi ogni 100 km;
  • non si paga bollo per i primi 5 anni;
  • è possibile accedere ai contributi statali per veicoli a basse emissioni complessive;
  • essendo un veicolo totalmente elettrico che non produce emissioni nocive per l’ambiente, ha accesso alle ZTL dei centri storici delle città.

Protagonista al prossimo EICMA, il salone italiano del motociclo che si terrà a Milano dal 6 al 9 novembre, Solingo viene venduto a 2.290 euro, con le batterie selezionate e acquistate separatamente dal cliente, a consumo, in comode rate da 25,00 euro al mese, permettendo così all'acquirente di ripagarsele con il risparmio del mancato consumo di carburante: un piccolo gioiello tecnologico ultra green, che indubbiamente fa gola a tanti!