Back to top

Rinnovabili: le imprese italiane puntano all'internazionalizzazione

Energie RinnovabiliIl futuro delle imprese italiane è nei mercati esteri, ossia nell'internazionalizzazione. Altrove, in Cina, in Brasile e in generale nei paesi Brics,vivono milioni di potenziali clienti per le aziende d'Italia. Tutto ciò a maggior ragione se si parla di rinnovabili. Internazionalizzare però è difficile, dispendioso e disorientante. Le imprese vanno aiutato in questo processo. A tale scopo è nato il progetto "Internationalizzation Hot Spot".

Il progetto è inserito nell'ottica di "Innovation Cloud", la più grande fiera d'Italia dedicata esclusivamente alle energie rinnovabili, organizzata da Expoenergie srl, che si terrà a maggio 2013.

Lo scopo di Internationalizzation Hot Spot è quella di offrire di uno spazio di incontro tra le imprese, le istituzioni e alcune rappresentanze provenienti dall'estero. Insomma, un modo per conoscere "l'altro", per intraprendere rapporti commerciali, per imparare a internazionalizzare e interfacciarsi con i nuovi mercanti emergenti. Tutto ciò avverrà grazie agli stand che verranno montati ad hoc durante la fiera di Innovation Cloud.

Luca Zingale, ideatore di Innovation Cloud e direttore scientifico, ha sottolineato il ruolo di "insegnamento" della manifestazione, insegnamento circa il modo più efficace per internazionalizzare: "The Innovation Cloud nasce con una forte vocazione internazionale e il progetto Internationalization Hot Spot rafforza ulteriormente il ruolo di riferimento della manifestazione fieristica nell’accompagnare il processo di internazionalizzazione delle imprese della green economy, vera sfida competitiva per operare in mercati, come quelli del solare e delle rinnovabili, ormai completamente globalizzati".

L'obiettivo, dunque, è quello di rendere le imprese veloci e fluide nel momento in cui si rapportano con le realtà emergenti: "Comprendiamo e vogliamo quindi soddisfare le esigenze di orientamento e supporto delle imprese che si trovano a dover individuare opportunità di mercato in Paesi diversi e a dover realizzare progetti strategici con la massima fluidità e velocità".