Back to top

Rinnovabili: il gradiente termico degli oceani produrrà elettricità

A seguito di un’importante scoperta di due ricercatrici spagnole, è stato ufficialmente studiato un sistema in grado di produrre energia elettrica, sfruttando il gradiente termico degli oceani, la differenza di temperatura fra superficie e fondale.

Quanto potranno produrre simili impianti ed il loro costo, non è ancora stato dettagliatamente definito, ma, idonei per essere utilizzati vicino alla costa, all’incirca a 10 miglia, potrebbero garantire l’approvvigionamento energetico alle piccole isole, come quelle siciliane, o come i paradisi oceanici delle Hawaii o le stesse Antille.

Dove infatti costerà particolarmente molto produrre energia, trasportare carburanti per generatori inquinanti e costosi, potranno essere utilizzate queste centrali galleggianti, riconosciute dall European Renewable Energy Research Agency, come la più importante innovazione del 2012 del settore.

Quando ovviamente saranno operative effettivamente simili installazione è molto difficile prevederlo, ma se i progetti saranno ritenuti validi dagli stessi residenti di questi particolari posti, e se effettivamente ci sarà un cospicuo risparmio dei costi, vederle attive già fra qualche anno, non sarà assolutamente possibile.

Lo sfruttamento degli oceani è infatti uno dei pochi settori ancora particolarmente bui, di cui non conosciamo quasi nulla. E considerando l’evolversi della situazione globale, potrebbero rappresentare un ottimo posto di alloggiamento, per i prossimi secoli, con le adeguate tecnologie del caso. Staremo a vedere come si evolverà la situazione e se ci saranno importanti novità in merito.