Back to top

Rinnovabili: eolico aiuterà a trasportare acqua nel deserto

L’utilizzo delle fonti rinnovabili, da sempre ottimizzate e studiate appositamente per generare energia o calore, si appresta a cambiare volto, per delle zone del mondo, in cui queste fonti di energia appunto non servono, ma i bisogni primari, come l’acqua, poche volte vengono decentemente rispettati.
 

E così, da un progetto nato per gioco durante la registrazione di un documentario, si è deciso di agire in maniera diretta, per un obiettivo veramente senza precedenti. Portare l’acqua nel deserto o in quelle zone dove costosissimi generatori diesel, inquinanti, e dalla difficile manutenzione, non fanno altro che alimentare ulteriori problemi e spese, per alcuni insostenibili; in che modo?

 

Attraverso l’ausilio di pompe idrauliche alimentate da un “minieolico”, anche nelle zone più calde, o dove il trasporto è particolarmente complesso, si potrà avere accesso all’acqua, il bene primario più importante per la sopravvivenza, che purtroppo non è di facile accesso in alcune zone del mondo.

 

Le turbine in miniatura, stando al progetto di alcune associazioni ambientaliste, saranno costruite con materiali di scarto e di riciclo, ed in pochi giorni potranno soddisfare le esigenze di alcune popolazioni, che stentano ogni giorno a vivere, e si ritrovano costrette a compiere immani sforzi per accedere all’acqua. Questo grazie ad un team di esperti ed ingegneri, che aiuteranno popolazioni del luogo ad auto-garantirsi la provenienza d’acqua, senza spese o costi aggiuntivi del caso.