Back to top

Rinnovabili: da Repower la mappa europea

Eolico Italia

 

Repower ha lanciato un'iniziativa nel 2008 con la quale si intendeva mappare gli impianti rinnovabili in tutta Europa. Oggi quell'iniziativa è diventata realtà e si appresta a diventare una realtà sempre più solida grazie anche all'aiuto dei cittadini. La mappa, infatti, che prende il nome di Repowermap, potrà in ogni momento essere integrata da chiunque voglia segnalare la nascita di un nuovo impianto in una determinata zona del continente. Repowermap è disponibile in 9 lingue. Solo in Italia sono stati mappati 800 impianti (la fonte è la società Ambiente Italia).

Nonostante l'abbondanza di impianti, che potrebbe trarre in inganno, le energie rinnovabili non stanno vivendo un buon momento a livello globale. Complice il calo degli incentivi, complice la crisi economica, gli incentivi stanno calando un po' ovunque. Si calcola nel 2012 si sia registrato un calo dell'11%, dopo anni di crescita più o meno omogenea. Capofila di questa discesa è l'Italia, protagonista, in vero, di una sorta di debacle: - 50% di incentivi per il Bel Paese.

Tra tutti spicca, per risultati negativi, il fotovoltaico: il calo di incentivi ha raggiunto qui il 64% e ha causato una perdita di fatturato quantificabile in 16 miliardi di euro.

Nonostante questo, l'Italia resta al secondo posto in Europa per potenza installata (al primo c'è la Germania). Il merito è soprattutto dell'ultimo lavoro di Sicilia, Puglia e Lombardia. Nel 2012 sono stati installati poco più di 141mila impianti fotovoltaici. In 7.857 comuni (su 8.000 e qualcosa) è installato almeno un impianto fotovoltaico.

La potenza totale degli impianti installati era nel 2011 di 9.303 Mw e di 3.426 MW nel 2012. Notevole il crollo del fatturato: 7 miliardi e 194 milioni di euro sono stati registrati nel 2012 contro i 23 miliardi di euro del 2011.