Back to top

Rinnovabili, 200miliardi di euro di incentivi fino al 2032

Category:

incentivi-soldiNonostante in molti ipotizzino un possibile rallentamento nella crescita delle energie rinnovabili in Italia a causa della crisi economica, stando all'analisi effettuata da Assoelettrica e basata sui dati dell'Autorità per l'energia e il Gestore dei servizi elettrici (Gse), sembrerebbe che, da qui al 2032, in Italia si arriverà ad un totale di 200 miliardi di euro di incentivi. Il picco, stando ai dati diffusi da Assoelettrica, sarà nel 2016 quando vi saranno 12.5 miliardi di euro di incentivi, pari a circa 200 euro per ogni cittadino.


 Ad oggi, inoltre, le utenze domestiche rappresentano il 22% della domanda italiana di energia elettrica mentre il restante 78% è a carico delle industrie. Stando all'analisi di Assoelettrica, solo un quarto degli incentivi si rifletterà in maniera diretta sulle bollette delle famiglie che però dovranno subire un deciso aumento nel costo dei servizi e dei beni offerte dalle imprese come effetto del peso degli incentivi.


 Il sostengo delle energie rinnovabili, in ogni caso, comporterà una spesa piuttosto consistente per l'Italia che, nonostante ciò, potrebbe trarre non pochi benefici dalla piena diffusione delle rinnovabili nel paese sia in termini economici che energetici. I prossimi anni saranno fondamentali per valutare in che modo le energie rinnovabili riusciranno a ritagliarsi il proprio spazio all'interno del mercato energetico italiano.