Back to top

Rimedi naturali: 4 italiani su 10 li provano

Cresce l’attenzione degli italiani verso la naturopatia. Sono sempre più numerosi, infatti, i soggetti che fanno ricorso ai consigli di esperti naturopati per curare diverse patologie senza il ricorso ai farmaci. I rimedi naturali, a cui il sito Almeglio.it offre un’ampia sezione ricca di consigli utili e facili da mettere in pratica, rappresentano una strada sempre più percorsa da chi non vuole ricorrere alla medicina tradizionale per patologie di lieve entità. La filosofia alla base di questa disciplina considera la persona come entità globale, da cui è impossibile scindere e curare uno solo dei suoi elementi costituenti: corpo, mente ed emozioni. Stare bene o stare male dipende esclusivamente dal punto di equilibrio raggiunto, in un dato momento, dal nostro corpo, un soggetto capace, nella maggior parte dei casi, di autoregolarsi. Integratori naturali e una dieta specifica sono le uniche “medicine” ammesse.

Quanti sono gli italiani che fanno ricorso alla naturopatia?



Il ricorso ai rimedi naturali sembra essere un fenomeno in crescita in Italia. Dati recenti dicono che 4 persone su 10 hanno fatto ricorso, almeno una volta nella vita, a rimedi naturopatici: a partire dai notissimi fiori di Bach. Il dato si abbassa se riferito a coloro i quali considerano il naturopata una sorta di sostituto del medico di base e si rivolgono costantemente a lui per curare i loro disturbi. Il naturopata, in Italia, non prevede una regolamentazione ad hoc, per questa ragione è fondamentale fare molta attenzione ai soggetti a cui ci si rivolge. La situazione in Germania, ad esempio, è diversa. Qui la disciplina è regolamentata e il naturopata, non necessariamente un medico, viene definito un soggetto capace di offrire trattamenti di supporto – e non sostitutivi – alla medicina. La cronaca nostrana, purtroppo, è ricca di episodi negativi, di truffe e storie di ciarlatani che hanno lucrato sulle spalle delle persone. Non sempre è così, ovviamente. Gli esperti sono numerosi e sono realmente capaci di offrire un 'aiuto' non medico e non farmacologico a persone con problemi vari di salute. A rappresentarli è la Federazione nazionale naturopati professionisti (Fnnp) che, pur ammettendo la difficoltà a elaborare un elenco dettagliato dei naturopati in Italia, stima in circa 10 mila i soggetti attivi in questo campo. È difficile offrire una stima del giro d’affari della naturopatia in Italia. Si sa, però che molti sono quelli che si cimentano con questa professione. Al momento, poi, non sono previsti interventi legislativi per regolarizzare l’accesso alla professione e favorire il potenziale cliente nella scelta del naturopata, garantendo la serietà dei suoi studi e del suo percorso professionale.

A cosa fare attenzione?



Uno dei principi da tenere sempre presenti è che la naturopatia non può essere sempre sostitutiva della medicina tradizionali. Ci sono casi in cui ricorrere a un medico, piuttosto che a un naturopata, è fondamentale. Non è accertata, ad esempio, la capacità dei rimedi naturali di curare un cancro. È bene diffidare di chi afferma il contrario e propone cure alternative. Il consulto medico è fondamentale, la tempestività determinante. È bene, inoltre, fare chiarezza e non confondere la naturopatia, priva di fondamento medico, con la fitoterapia, una oratica medica che si basa sull’uso di piante e vegetali, che può essere praticata esclusivamente da medici e poggia su solide basi scientifiche.

Quando ricorrere alla naturopatia?



La naturopatia, però, è una strada percorribile per curare disturbi di lieve entità o per affiancare cure mediche. Può offrire buoni risultati in problematiche legate allo stress, nella cura di disturbi alimentari, per vincere la stanchezza e la scarsa voglia di fare, nei casi di disturbi psicosomatici o gastrointestinali, per dimagrire o quando si necessità di una nuova educazione alimentare. È importante anche nei casi in cui si voglia intervenire per rallentare l’invecchiamento psicofisco, per ritornare in forma, per contrastare l’insorgere di inestetismi come la cellulite.