Back to top

Rifiuti: a Reggio Calabria l'emergenza è di casa

Reggio Calabria rifiuti

A Reggio Calabria l'emergenza rifiuti è cosa di tutti i giorni. I rifiuti giaccono nelle strade da mesi. Solo poche vie si salvano da quello che è a tutti gli effetti uno scempio e un attentato a una città a forte vocazione turistica. I cittadini di Reggio cercano di resistere, mentre l'amministrazione si divide tra lassismo e soluzioni scellerate.

Una di questa ha raccolto le accese critiche di Legambiente. La giunta della Regione Calabria sta pensando di riversare nelle discariche i rifiuti nella forma "tal quale" ossia senza un qualunque trattamento. Un soluzione pessima, poiché illegale rispetto a molte normative, tra cui il decreto Ronchi del 1997 e una direttiva europea del 2003. Temibile, in particolare, quest'ultimo ostacolo visto che causarebbe l'apertura di un procedimento di infrazioni nei confronti del Comune di Reggio. Procedimento che sostanzierebbe una multa di svariati milioni di euro.

Alcuni consiglieri di opposizione al Comune di Reggio Calabria hanno lanciato un comunicato congiunto nel quale denunciano la possibilità che, con l'estate, l'emergenza rifiuti si trasformi in una ben più pericolosa emergenza sanitaria. Il caldo causa infatti alcuni dannosi capaci di immettere nell'aria sostanze tossiche.

Un altro problema è dato dall'invasione, letteralmente parlando, dei rifiuti nelle strade. Il traffico delle auto è, in alcuni casi addirittura ostacolato dalla presenza dei sacchetti dell'immondizia. Un problema che può causare incidenti, dunque feriti e morti.

Nel comunicato l'opposizione ha enunciato alcuni punti di intervento immediato:

  • Individuazione di aree di stoccaggio ai margini della città, valutando l’opportunità di utilizzare terreni confiscati alla criminalità e mai utilizzati;
  • Disinfestazione e/o lavaggio dei cassonetti dopo lo svuotamento;
  • Consentire al Comune di RC di smaltire con priorità nella discarica di Sambatello;
  • Predisporre l’invio dei rifiuti  fuori Regione;
  • Valutare l’intervento dell’Esercito.