Back to top

Riciclo vetro: l'Italia è quarta

Differenziata vetro

 

Il riciclo del vetro vola nell'Unione Europea. I risultati che i paesi membri si erano imposti sono stati raggiungi, anzi addirittura superati. In questa situazione felice si inserisce a pieno titolo anche l'Italia, protagonista nelle vesti di eccellenza d'Europa di questa "corsa al vetro".

I numeri sono confortanti. Nel 2012 è stato riciclato il 70% del vetro altrimenti destinato alle discariche. Ai primi posti si piazzano Germania, Francia e Inghilterra con una media di 11 tonnellate riciclate a testa. L'Italia è quarta con 2 milioni. Si tratta ovviamente di valori assoluti, non normalizzati e che non risentano quindi delle differenza tra paesi nella produzioni di rifiuti.

Gli obiettivi stabiliti dall'Unione Europea consistevano nella conquista del 60% entro il 2011. Ebbene, questa percentuale è stata raggiunta nientemeno che nel 2008.

La percentuale del 70% è stata raggiunta grazie ai progressi nella tecnologia di compostaggio e all'introduzione di sistemi di differenziata più efficaci e intelligenti, come il porta a porta.

La Federazione Europea dei Contenitori in Vetro ha espresso massima soddisfazione per questi numeri. Lo ha fatto per voce del suo presidente Stephan Jeanecke: "Il riciclo del vetro è l’elemento chiave di un’economia circolare perché il riciclo chiude la catena di un sistema chiuso. Il riciclo del vetro consente di risparmiare materie prime, energia e riduce i costi di produzione".

Si è espresso anche Adeline Farrelly, segretario generale: "Il vetro è un materiale che non richiede alcun accorgimento, barriera o additivo per conservare cibi e bevande e la sua infinita riciclabilità è una peculiarità fondamentale e tipica di questo materiale naturale E' necessario che i Governi sostengano una legislazione appropriata che riconosca ed sostenga in modo effettivo il riciclo del vetro".