Back to top

Riciclo Raee: Legambiente premia 3 comuni virtuosi

Rifiuti Raee

 

 

Legambiente premia i primi della classe. Li premia per aver riciclato bene e tanti durante il 2012, li premia - per la precisione - per aver riciclato un particolare tipo di rifiuti, in costante aumento ma spesso poco trascurati quando si parla di riciclo: i rifiuti raee, ossia i rifiuti informatici ed elettronici (pezzi di computer, device elettronici, cellulari etc).

Legambiente ha premiato 3 comuni, uno per ogni macro-regione d'Italia: nord, centro e sud. A rappresentare il settentrione è il Comune di Camporosso (Imola), con 313mila kg di rifiuti raee raccolto, 57 kg per abitante. A rappresentare il centro è il Comune di Castelplanio (Ancona), con 120mila kg raccolti, 34 kg per abitanti. Per il sud, invece, c'è il Comune di  Campi Salentina, con addirittura 879mila kg raccolti, 81 per abitante.

La premiazione è avvenuta oggi 8 luglio nel Centro di Coordinamento Raee (che sta per rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche). I vincitori hanno ricevuto in premio una statua, realizzata con rifiuti Raee dall'istituto Artealtra.

L'iniziativa è stata organizzata per due motivi. Primo, dare giusto riconoscimento a quelle realtà locali che si sono distinte in un'attività che fa bene alla collettività e fa bene all'ambiente. Secondo, sensibilizzare con un evento, che è anche simbolico, la raccolta e il riciclo dei raee, ancora poco praticata e poco conosciuta. L'evento, ossia la premiazione di 3 comuni eccellenti, non è novità: si tratta del bis dell'evento dell'anno 2012.

Fabrizio Longoni, direttore  generale del Cdc Raee, ha commentato così l'evento: "Siamo convinti che premiare i comuni piu' virtuosi sia un modo efficace di indicare la strada e promuovere cosi' un miglioramento continuo nei sistemi di gestione della raccolta e nei servizi ai cittadini. In questo percorso si colloca anche il finanziamento del 'Fondo 5 euro tonnellata premiata', in collaborazione con Anci volto a finanziare progetti di sviluppo delle infrastrutture dei Centri di raccolta".