Back to top

Riciclo plastica: il risparmio è di 72 miliardi di euro

La Commissione Europea ha commissionato una ricerca sugli effetti economici della raccolta differenziata e del riciclo. E' emerso che, potenzialmente, il riciclo della plastica produce 72 miliardi di euro di risparmi all'anno. Il dato è in riferimento a tutta l'Unione Europea.

Non solo: sempre in vita potenziale, il risparmio della plastica aumenta di 40 miliardi all'anno. Il risultato è la possibilità di creare posti di lavoro in abbondanza, circa 400mila entro il 2020.

Purtroppo, si parla solo di potenzialità. Tutti questi dati sono stati elaborati facendo riferimento a una situazione ideale e non a una situazione reale. Insomma, i 72 miliardi di euro all'anno e i 400mila posti di lavoro entro il 2020 sarebbero realtà solo se la differenziata e il riciclo fossero condotti nella maniera indicata proprio dalla Commissione Europa. Inutile dire che le direttive Ue vengono raramente rispettate alla lettera.

La ricerca è stata condotta da Eurispes e Federazione Green Economy in collaborazione con il Consorzio PoliEco ed è stata presentata in occasione del convegno "plastica e riciclo dei materiali: un’altra via è possibile". Molti enti hanno partecipato alla discussione. La Banca Mondiale, ad esempio, ha presentato alcuni dati secondo cui la produzione di rifiuti è destinata a raddoppiare nei prossimi anni, ponendo come prioritario l'implementazione della differenziata e del riciclo.

Enrico Bobbio, Presidente del Consorzio PolieCo, ha dichiarato: "E' la via concreta per una reale green economy, concetto che purtroppo, spesso è stato usato impropriamente.Il riciclo dei materiali, infatti, consente una crescita occupazionale superiore di quasi 10 volte a quella prodotta dalle discariche o dall’incenerimento".

L'Italia, purtroppo, è "quasi", fanalino di coda. La Commissione ha posto il Bel Paese al 20esimo posto su 27.