Back to top

Riciclo creativo: pupazzi fai-da-te con i sacchetti del pane

Gli oggetti che ci circondano nascondano una mera di utilizzi che non ci aspettiamo. In genere, un loro riutilizzo nei termini non canonici è una pratica divertente, ma nel caso in cui l'alternativa è la spazzatura allora questa pratica si trasforma anche in qualcosa di utile.

La carta è l'elemento che più presta il fianco al cosiddetto riciclo creativo. E' possibile, infatti, tra le altre cose, creare dei simpatici pupazzetti con i sacchetti di carta del pane. I bambini hanno sempre voglia di nuovi giochi, e non è detto che un qualcosa di estremamente artigianale come un pupazzo di carta non possa piacere quanto o persino più di un videogioco.

Per prima cosa prendete un sacchetto del pane e stendetelo. Il verso giusto è quello che vede la parte aperta del sacchetti di fronte a voi. Adesso riempite l'interno con dei vecchi giornali, uno dentro l'altro, in modo da formare un grosso cilindro. Una volta ben riempito il sacchetto, disegnate una faccia nella parte superiore, quella chiusa. Potete sbizzarrirvi, usando pennarelli, tempere o qualsiasi altro strumento vogliate. Per rendere il tutto più "pupazzoso" incollate con un sottile strato di colla dei batuffoli di cotone, a mo' di capelli.

Ora non rimane che separare la faccia dal resto del corpo. Per farlo, prendete uno spago e stringetelo attorno a quello che dovrebbe essere il collo. Per imitare le braccia dovrete invece usare pollice e indice. Praticate due fori in corrispondenza degli arti, e inserite proprio pollice e indice, a mano aperta. Grazie a questo espediente potrete anche manovrare il pupazzo.

Per quanto riguardo il resto, decoratelo a piacimento.