Back to top

Riciclo carta: da necessità ad arte

Riciclo Creativo Carta

Iniziativa interessante a Rovigo. Dal 1° al 10 settembre sarà attiva una mostra dai contenuti singolari. Protagonisti, la carta riciclata. L'intento è quello di dimostrare come dal riciclo della carta possano nascere magnifiche opere d'arte.

La mostra si chiama Rivers of Air, "fiumi di aria". Non è un nome scelto a caso. Air sta per arte, industria, riciclo: tre parole d'ordine in cui si identifica l'essenza della mostra e, in generale, delle attività di riciclo creativo.

La mostra si tiene a Rovigo ed è gestita dall'architetto Tobia Donà. Tra gli artisti presenti spiccano Elisa Bertaglia, Vanni Cantà, Gabbris Ferrari, Jessica Ferro, Giorgio Mazzon, Elisa Rossi. Presenti anche molte personalità straniere come Peter Shire di Los Angeles, Dianne Bowen e Debranne Cingari di New York, Satsuki Oishi di Tokio.

Tobia Donà, curatore dell'evento, ha così illustrato il significato della mostra: "Non si tratta di una “mostra d’arte”, non è una collettiva nel senso più stretto del termine, ma la ricerca di condivisione su temi importanti e di attualità che riguardano l’etica industriale, che è il destino delle persone. Il Polesine spesso ha dovuto scegliere tra lavoro e la salute, e ancora oggi è in bilico fra queste scelte. Gli artisti rappresentano la sensibilità, il pensiero colto. Abbiamo spedito agli artisti un foglio di carta prodotta da Cartiere del Polesine, riciclando la carta destinata al macero, e frutto della raccolta differenziata. Un foglio quadrato di ottanta centimetri di lato. I fogli hanno viaggiato, sono stati spediti in Giappone, negli Stati Uniti, in Germania in Inghilterra e in Olanda, portando ad ogni destinazione un pezzetto della nostra storia per ritornare poi investiti di cultura e di saperi lontani, per aggiungere un tassello in più nella storia di questo nostro territori".