Back to top

Recyclebank: dalla Gran Bretagna il riciclo a punti

Recyclebanck: il sistema a punti per il riciclo

E' un sistema che fonde amore per l'ambiente, attenzione alle dinamiche psicologiche, un pizzico di furbizio. E' il sistema che sta prendendo piede in Gran Bretagna e che promette risultati eccellenti sul fronte del riciclo. Il suo nome è Ricyclebank. In che cosa consiste? Semplice: ad ogni "buona azione" dal punto di vista ecologico e in particolar modo del riciclo viene assegnato un punteggio. I cittadini, dunque, concorrono per superarsi gli uni gli altri. Chi vince, ma anche chi semplicemente raggiunge un determinato punteggio, ha diritto a dei buoni sconto.

E' un metodo geniale e molto redditizio. I risultati, a un anno dalla sua sperimentazioni, sono concreti e visibili. In generale, c'è da dire, che nel 2011 in tutta la Gran Bretagna si è registrato un aumento della percentuale di differenziata, ma nei comuni che hanno adottato Recyclebank l'aumento si è rivelato molto più intenso. L'incremento medio, infatti, è stato dell'1,5% mentre l'incremento medio per le amministrazioni che hanno promosso questo metodo innovativo è del 4,5%, con punte anche dell'8.

Numeri confortanti ma che vogliono anche dire risparmi consistenti per le amministrazioni. A Workham Borough, una delle municipalità più virtuose (e che ha ovviamente adottato Recycle Bank) si sono registrati risparmi per un milione di sterline. Una bella cifra, consideranto che l'amministrazione governa centri urbani dopotutto abbastanza piccoli e che non superano, assieme, i 155mila abitanti.

Andy Watt, amministratore delegato di RecycleBank in Europa, ha commentato così i risultati ottenuti in Gran Bretagna: "Il miglioramento dei tassi di riciclaggio è testimonianza di quanto i comportamenti verdi possano essere motivati da ricompense".

Non c'è dubbio: un metodo così redditizio sarebbe un toccasana per l'Italia, alle prese con delle amministrazioni (alcune non tutte) non in grado di garantire livelli di riciclo soddisfacenti.