Raggiunto accordo sul clima del vertice UE

Raggiunto accordo sul clima del vertice UE

1 Flares

1 Flares


×

E’ stato raggiunto l’accordo dei 28 paesi del vertice UE sull’ ambiente. L’annuncio è stato dato anche su twitter, dal presidente del Consiglio Europeo Herman Van Rompuy.

L’accordo prevede una riduzione del 40% delle emissioni di CO2 entro il 2030 nell’insieme dell’UE e l’innalzamento dell’incremento di energie rinnovabili del 27%.

Si è parlato anche del miglioramento delle reti elettriche, e un impegno da parte dell’UE di dare aiuti finanziari ai progetti che siano adeguati allo sviluppo delle interconnessioni. Sostegni anche ai paesi europei più poveri, per modernizzare i propri sistemi energetici, che si affidano ancora alla combustione fossile.

Sembrerebbe che questo accordo, dovrebbe avere ripercussioni anche nel mondo del lavoro, con la creazione di nuovi posti.

L’accordo raggiunto dovrebbe permettere all’Europa di presentarsi al Summit Onu sul clima, che si terrà a Parigi nel 2015, con i requisiti necessari.

Secondo l’associazione Greenpeace, questo accordo pare non essere abbastanza, Luca Iacoboni responsabile campagna Energia e Clima Greenpeace, scrive sul blog di Greenpeace: ”Gli obiettivi fissati sono, però, decisamente poco ambiziosi. Si vuole evidentemente fermare la crescita delle rinnovabili, e si ignorano le potenzialità dell’efficienza energetica per diminuire i consumi. A pagare le conseguenze di queste scelte saranno, come sempre, i cittadini.”

E poi dice ancora: “Il clima sta tragicamente continuando a lanciare i suoi messaggi, e le ultime alluvioni in Italia ne sono la triste testimonianza. I cittadini in tutto il mondo hanno ormai preso coscienza del problema, e anche le imprese si stanno muovendo verso rinnovabili e efficienza. L’accordo siglato dai leader europei è debole e dovrà essere rafforzato.”

Quindi tutto è rimandato all’anno prossimo, dove vedremo se si riusciranno a mantenere queste promesse, visto il già precario equilibrio del pianeta.