Back to top

Raccolta differenziata, interessante iniziativa agli scavi di Pompei

scavi di pompeiIl Conai, Consorzio nazionale imballaggi, con il patrocinio dei Ministeri dell'Ambiente e per i Beni e le Attività Culturali, della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei, della Regione Campania, del Parco del Vesuvio e di Legambiente Campania ha dato il via da un'interessante iniziativa che punta a potenziare la raccolta differenziata all'interno del sito archeologico di Pompei e dell'intera area del Parco Nazionale del Vesuvio. Il progetto si articolerà in varie parti e prevede l'introduzione, direttamente all'interno degli scavi di Pompei, di shopper biodegradabili e isole di raccolta per i rifiuti oltre all'installazione di particolari totem informativi recanti tipici aforismi latini come, ad esempio, "Legis Non Excusat" e "Carpe Diem". I punti informativi disseminati lungo tutta l'area degli scavi di Pompei offriranno informazioni in più lingue. Oltre all'italiano, infatti, vi saranno scritte in inglese, francese e tedesco.


A tutti i visitatori del popolare sito archeologico di Pompei verranno consegnate le opportune informazioni in merito al progetto oltre ad alcune borse biodegradabili che dovranno essere utilizzate per la raccolta dei rifiuti prodotti nel corso dell'esplorazione degli scavi. Il progetto punta a rilanciare l'immagine del sito archeologico e dell'intera regione che, passo dopo passo, sta incrementando il suo impegno nella raccolta differenziata.