Quando il riciclo si fa arte: le opere di Cipollone in mostra a Trento


1 Flares

1 Flares


×

Mostra su arte del riciclo

Il riciclo non è solo la cifra del vivere civile ma è anche occasione di arte. A Bondo, in provincia di Trento, si sta tenendo una mostra che fa di questa affermazione la sua stella polare.

La mostra è aperta dal 15 dicembre e rimarrà tale fino al 27 gennaio. La sede è la Chiesa di San Barnaba, emblema del migliore barocco italiano. Promotrice della mostra, invece, è lo Studio d’Arte Zanetti.

La mostra è incentrata sulle opere di Cipollone, scultore contemporaneo. Egli intende, con la sua arte, ispirare un cambio di prospettiva nel cuore e nell’anima del visitatore. La materia prima delle sue sculture è rappresentata dai cosiddetti materiali di scarto, tutti quegli oggetti che, un po’ per abitudine e un po’ perché hanno in realtà consumato la loro funzione originaria, saremmo portati a gettare nell’immondizia. Cipollone, di contro, li plasma e li eleva a pilastro della sua arte.

Ha spiegato bene il senso della mostra Innocente Foglio, poeta e presidente dell’Associazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche (da lui fondata nel 1998). Dalle pagine de Il Sole 24 Ore, illustra: “Da attrezzi comuni e cose che non servono più al mondo dei consumi, lo scultore Cipollone, fa nascere nuova vita, perenne vita, in quanto embrionata da un vero artista, plasmata con sapiente naturalezza, trasformata in opere che respirano senza lamenti, opere dal colore del pane, che determinano gioia senza parole“.

La mostra vedrà il suo culmine il 13 gennaio, quando Cipollone e gli altri artisti della mostra incontreranno i giovani, per spiegare il senso delle loro opere e propagandare questo nuovo corso artistico che si fonda, contemporaneamente, sul gusto del bello e sulle necessità del riciclo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.