Back to top

Quali sono gli incentivi previsti per gli impianti eolici?

Cominciamo col capire cosa sia un impianto eolico, spiegando che esso è in grado di trasformare l'energia del vento in energia elettrica.


Gli impianti eolici possono essere utilizzati per produrre energia utile sia alle piccole utenze che a gruppi di utenze, che siano collegati alla rete elettrica in bassa tensione od isolati dalla stessa.

 

I primi sono titoli negoziabili che vengono rilasciati sulla base di energia elettrica prodotta dagli impianti stessi ed il meccanismo di incentivazione, in tal caso, è basato sull'obbligatorietà di immettere ogni anno nel sistema elettrico nazionale, una minima quota dell'elettricità che l 'impianto eolico produce.

Si adempie al suddetto obbligo, attraverso l'immissione in rete di energia prodotta da fonti rinnovabili oppure mediante l'acquisto dei certificati verdi da chi produce energia verde.

Il periodo massimo per cui vengono riconosciuti gli incentivi è di 15 anni e nel caso specifico dei certificati verdi, è prevista la remunerazione di tutta l'energia prodotta, a cui si aggiunge  un ulteriore ricavo determinato dalla valorizzazione dell'energia prodotta (questa dipende dall'uso che se ne fa) e che permane anche oltre il termine di incentivazione.

Le tariffe omincomprensive, che per gli impianti eolici possono essere richieste solo se con potenza inferiore ai 200 Kw, riguardano tariffe fisse di remunerazione dell'energia elettrica immessa in rete.

Anche in questo caso, l' incentivo viene riconosciuto per 15 anni  ed il valore delle tariffe omnicomprensive, comprende sia la remunerazione dell'energia immessa in rete sia l' incentivo stesso.

Durante i 15 anni esse vengono differenziate per tipologia di fonte utilizzata, per cui, nel caso di un impianto eolico, l' incentivo corrisponde a 300 euro per ogni Mwh immesso in rete.

Essendo applicate le tariffe ad una quota parte o a tutta l'energia immessa in rete a seconda del tipo di intervento realizzato, riguardo i nuovi impianti, l'energia incentivata corrisponde con quella immessa in rete.

Nel caso, dunque, di impianti eolici nuovi, i produttori ricevono 300 euro per ogni kwh immesso in rete.

Al fine di ottenere le tariffe omicomprensive, deve risultare positiva la procedura di qualifica di impianti alimentati da fonti rinnovabili.