Back to top

Problemi di erezione, le cause legate a bassa autostima

problemi-di-erezione

I traumi del passato, le relazioni amorose finite male, ed ogni altro evento negativo porta spesso le persone ad avere una bassa autostima che, nei casi più gravi, si trasforma in un perenne ed in un persistente sentimento di inadeguatezza. Su queste basi spesso gli uomini alla lunga manifestano anche la disfunzione erettile, ovverosia i problemi di erezione che portano poi a non avere un'appagante vita sessuale con la fidanzata, con il coniuge ed in generale anche in caso di rapporti sessuali che sono occasionali.

La bassa autostima che genera problemi di erezione rientra tra i fattori psicologici della disfunzione erettile anche se spesso chi ne soffre crede che i disturbi siano di natura fisica. In questi casi, per recuperare l'amor proprio e per tornare ad avere una vita appagante per se stessi e per il partner, la strada giusta da seguire è quella di rivolgersi subito ad uno specialista.

Se all'autostima è possibile dare una definizione, diciamo che trattasi di una valutazione che per se stesso viene data da un individuo in relazione al rapporto tra quelli che sono i successi ottenuti nella vita e le proprie aspettative. Trattasi quindi di un fattore che presenta forti tratti di soggettività e che è tale che si ha bassa autostima quando, per semplificare, nella vita si ottengono più insuccessi rispetto invece ad eventi, situazioni ed obiettivi raggiunti in linea con le proprie aspettative.

Come portare allora l'autostima da bassa ad alta e magari risolvere nello stesso tempo i problemi di disfunzione erettile? Ebbene, dopo qualche pesante insuccesso, una serie di eventi positivi in amore, salute e/o affari può di certo contribuire a ribaltare la situazione. Pur tuttavia occorre mettere in conto che la vita, per tutti, è fatta di alti e di bassi, con la conseguenza che spesso, per risolvere i casi più gravi legati alla bassa autostima, è necessario avvalersi di uno psicologo prima che sia troppo tardi, ovverosia prima che la bassa autostima si trasformi in una patologia più grave come la depressione.

In particolare, in questi casi il professionista giusto è lo psicoterapeuta, che è un po' medico ed un po' psicologo, e che è in grado di curare, di norma con un ciclo di sedute, i problemi ed i disturbi che hanno un'origine psichica, e che portano tra l'altro proprio a delle disfunzioni della sfera sessuale come quella erettile.

Previa iscrizione all'ordine, lo psicoterapeuta esercita l'attività a favore dei pazienti in qualità di medico con specializzazione che può essere in neurologia, in neuropsichiatria oppure in psichiatria. Il professionista può essere tra l'altro ulteriormente specializzato, anche per l'esperienza accumulata negli anni, e per i titoli ed i riconoscimenti aggiuntivi acquisiti, nella psichiatria dell'anziano, la cosiddetta psicogeriatria, nella psichiatria infantile e dell'adolescenza, nella psichiatria dell'adulto.

Ed ancora nella psichiatria delle dipendenze, nella psichiatria consultivo-relazionale e nella psichiatria biologica. Questo significa, come sopra accennato, che lo psicoterapeuta è una figura professionale ad alta specializzazione in grado di poter svolgere contemporaneamente, e comunque al bisogno nei confronti dei pazienti, le funzioni di medico, psicologo, psichiatra e psicoanalista.