Back to top

Orto: preparare la terra per la nuova stagione

Category:
orto mondoeco gennaio
Il mese di Gennaio è il periodo dell'anno in cui l'orto torna in vita, se le ultime gelate notturne sono passate definitivamente; è il periodo in cui la natura inizia a risvegliarsi dal sonno invernale,  e una volta che l'ultima neve si è sciolta potete iniziare a ripristinare il vostro orto.


Per prima cosa dovete smuovere la terra con una motozappa o a mano con un badile e formare delle "prose" dividendo cosi l'orto in vialetti e zone coltivabili, di seguito dovete nutrire la terra a lungo sopita dal gelo invernale e impoverita dai lunghi mesi di inattività, un buon fertilizzante è lo stallatico in granuli che potete acquistare in qualunque consorzio o nei centri specializzati per il "fai da te green".

Spargete il fertilizzante sulle prose, nella giusta quantità e lasciate riposare cosi il terreno per una settimana, avendo l'accortezza di annaffiare la terra un paio di volte se non piove e se la temperatura si è rialzata in modo stabile.

Passata una settimana, rivangate la terra e predisponetela per la semina diretta dei bulbi di aglio e cipolle che sono i primi ortaggi seminabili insieme a carote, fave e piselli, iniziate a preparare le serre per i prossimi vivai coperti per peperoni, pomodori, melanzane, rucola e basilico se piantate direttamente le piantine acquistate;  e i semenzai protetti se invece intendete seminare le prime verdure coltivabili, come: insalata, rapanelli, spinaci, biete, sedano, prezzemolo, ecc. ecc. che poi trapianterete in piena terra verso la metà di marzo.

L'elenco degli ortaggi da semenzaio o trapianto a marzo sono:  Basilico, Cavolfiori, Cavolo cappuccio, Crescione, Erba cipollina, Lattuga, Porri, Prezzemolo, Radicchio, Ravanelli, Rucola, Sedano, Spinaci, Timo, Valeriana, Zucchine.   Mentre in piena terra da subito potete mettere aglio, cipolle, piselli, carote, fave; invece i  vivai riscaldati per piantine comperate in questo periodo possono accogliere:  pomodori, melanzane, peperoni.

IL Calendario Lunare: 

Luna crescente

Con la luna crescente è possibile effettuare la semina di pomodori, peperoni, melanzane e basilico, anche rucola, radicchio lattuga da taglio e ravanelli vanno seminati in luna crescente ma in un luogo riparato; in luna crescente vanno trapiantati i carciofi, bulbi di aglio e cipolla. La luna crescente in gennaio ha due cicli: il primo dal 2 al 15 gennaio 2014 e il secondo dal 31 gennaio 2014.

Luna calante

In luna calante va potata la vigna se non gela più, inoltre in luna calante si può effettuare la semina di cavolo cappuccio, sedano, radicchio e lattuga, e la preparazione del terreno per la coltivazione delle fragole. La luna sarà calante dal 17 al 29 gennaio.

Luna piena

I giorni di luna piena sono i migliori per la raccolta delle erbe aromatiche da essiccare. In gennaio nei giorni di luna piena si raccolgono anche salvia, alloro e rosmarino, timo e origano. La fase di luna piena è ritenuta la più adatta per dedicarsi alla concimazione degli alberi da frutto.  La luna era piena il 16 gennaio 2014.

Se non sapete riconoscere le fasi lunari ricordate questo vecchio adagio dei contadini:   "Gobba a levante luna calante, gobba a ponente luna crescente!"