Back to top

Oncologia verde: quali gli obiettivi

Oncologia verde

L’oncologia verde è un nuovo paradigma concettuale e operativo che sta permeando il settore oncologico. Rispetto al modello tradizionale biomedico che manteneva focalizzato l'interesse su un singolo paziente e sul suo rapporto esclusivo con il medico, la nuova filosofia di questa branca della medicina rappresenta un passo evolutivo in avanti verso la complessità delle attività cliniche che devono essere eco-responsabili e consapevoli del potenziale impatto attuale e futuro sulla salute umana, professionale, ambientale, strutturale, tecnologica e organizzativa.

L’ecologia verde opera attraverso delle scelte etiche e gestionali che comprendono, oltre ai tradizionali criteri di efficienza ed efficacia, il criterio della sostenibilità culturale, economica, ambientale e sociale, per realizzare l’ambizioso progetto di un mondo equo, vivibile e assolutamente da realizzare.

L’obiettivo di questo nuovo modo di vivere la medicina è alimentato da un gruppo di medici, di operatori sanitari e di cittadini impegnati per un ambiente sano e sostenibile che affronta i problemi di degrado ambientale attraverso l'educazione degli operatori sanitari e del pubblico alla lotta agli sprechi di farmaci e esami medici altamente inquinanti quali la Tac e la Pet. Oppure l’uso eccessivo e indiscriminato di farmaci.

Per l’esattezza i suoi obiettivi sono:

  1. L’educazione dei medici sulle questioni ambientali, fornendo loro sia informazioni precise sul problema, sia un quadro dei problemi ambientali
  2. Commentare le implicazioni per la salute delle questioni ambientali in modo accurato e rigoroso
  3. Discutere dei problemi di salute associati con i problemi ambientali e pensare alle modalità con le quali affrontare il problema
  4. Sostenere certe posizioni o corsi d'azione