Back to top

Olio riciclabile: via al progetto in Lombardia

olioric

 

E' stato raggiunto l'accordo tra la Regione Lombardia e alcune aziende attente alla questione ambientale, che, attraverso un investimento di 70.000€, approvato dalla giunta regionale, si impegnano a raccogliere, raffinare e riciclare il comune olio da cucina.

In questo modo si ha un duplice beneficio: da un lato, si evita lo sversamento di un elemento altamente inquinante nelle fogne, che, ricordiamo, finisce nei nostri fiumi e nei nostri mari, dopo un percorso più o meno filtrato; dall'altro, si crea un combustibile, il biodiesel, che viene utilizzato dagli stessi mezzi di raccolta.

Dal 2014, molti comuni lombardi saranno coinvolti in questo esperimento. Nelle case, verranno distribuite delle taniche per la raccolta. Obiettivo del progetto è quello di rivalutare alcuni comuni della Lombardia nei quali la raccolta differenziata non è attiva o non obbligatoria. Nelle scuole, verranno organizzate delle visite agli stabilimenti di riciclo, al fine di sensibilizzare i bambini e giovani ragazzi al rispetto e tutela dell'ambiente.

Concluso il progetto, spiega uno dei fautori dell'iniziativa, si vuole estendere l'iniziativa ad altri comuni e regioni, qualora si ottenessero risultati importanti. Ridurre la dispersione di olio significherebbe un sensibile miglioramento della qualità dell'ambiente. E' sufficiente, infatti, un litro di olio per alterare la qualità di un milione di litri d'acqua, portandola al di là della soglia di potabilità.

Non bastano però i buoni propositi: per raggiungere significativi risultati, occorre educare cittadini e organi pubblici, attraverso campagne di sensibilizzazione, impegno e attenzione da parte di tutti i soggetti coinvolti nel progetto.

Iscriviti alla Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle novità di questo blog. Se mi comunichi il tuo indirizzo e-mail, riceverai la newsletter periodica.
Non preoccuparti: niente spam e al massimo una mail a settimana!

[wysija_form id="1"]