Back to top

Olimpiadi 2020, Roma punta sullo sviluppo sostenibile

Per aumentare le possibilità di assegnazione delle Olimpiadi del 2020 Roma punta sullo sviluppo sostenibileNella battaglia per vedersi assegnate le Olimpiadi del 2020, Roma punta sullo sviluppo sostenibile: i giochi olimpici possono, infatti, essere una possibilità di sviluppo basato sul benessere e sulla qualità della vita. Di questo si è parlato in un workshop, che si è tenuto a Roma per iniziativa del Green Building Council Italia, dal titolo "Roma 2020 e sostenibilità: un obiettivo da certificare".

Proprio alla sostenibilità punta molto il Comitato Olimpico Internazionale che vuole fare in modo che le Olimpiadi lascino in eredità alle città ospitanti impianti e infrastrutture che siano da stimolo per sviluppo delle metropoli all'insegna del verde. E il Comune di Roma potrebbe trarre vantaggio da alcuni interventi attuati a prescindere dall'assegnazione dei Giochi che saranno tutti all'insegna della sostenibilità: l'eco-lifting sono il patrimonio storico in versione sostenibilità, la riqualificazione del Tevere con il Parco Fluviale e la pedonalizzazione del centro storico. Questo potrebbe essere davvero un punto a favore per la Capitale che dovrà vedersela con rivali molto agguerrite, come Madrid, Tokyo e Istanbul (che sono le tre candidate più pericolose): il Cio punta, infatti, su un programma che punti sull'organizzazione, l'utilizzo di impianti già esistenti e la sostenibilità.

Proprio sullo sviluppo sostenibile punta l'indice Rosella Sensi, assessore alla Comunicazione, alla promozione dei grandi eventi e alla candidatura Olimpica di Roma Capitale, che spiega come si stia "lavorando ad un programma che prevede la costituzione di un tavolo tecnico permanente per la candidatura olimpica" dove l'attenzione alla sostenibilità sarà altissima: "Non abbiamo mai pensato - ha dichiarato la Sensi - che le Olimpiadi fossero per l'Italia una vetrina di vanità; piuttosto dovranno essere un momento di aggregazione sociale e una importante opportunità di sviluppo e di rigenerazione urbana per la città". Due le direttrici sulle quali l'amministrazione comunale vuole puntare: la mobilità, con la riduzione delle emissioni e l'aumento delle aree verdi, e la riqualificazione del patrimonio energetico immobiliare.