Back to top

Nuova tariffa D1 consente di risparmiare sulla luce

Energy-saving-lightbulbs1-1024x768
L'Autorità per l'energia e il gas, nell'ambito del procedimento 204/2013, ha avviato su tutto il territorio nazionale una sperimentazione tariffaria destinata a tutti i possessori di impianti di climatizzazione a pompa di calore, e con l'obiettivo di aumentare l'efficienza energetica.

La nuova tariffa, nota come D1, consentirà secondo gli esperti di risparmiare sulla bolletta della luce del 32%.

La tariffa D1 consentirà di diminuire i costi in bolletta, dato che si tratta di una tariffa elettrica lineare, che non varia secondo i consumi in fasce, che prevede prezzi crescenti a seconda del volume dell'energia elettrica consumata.

In questa maniera, la tariffa D1 rispecchierà i reali costi dei servizi di rete e questo comporterà un vantaggio economico per i consumatori che impiegano esclusivamente pompe di calore per il riscaldamento.

Come aderire alla tariffa D1?

E' possibile aderire volontariamente alla sperimentazione, semplicemente facendone richiesta a un venditore di energia elettrica aderente all'iniziativa. Tuttavia, ci sono dei requisiti che devono essere soddisfatti, come di seguito riportato:

  1. l'utente deve essere dotato di contatore elettronico telegestito;

  2. nell'abitazione deve esserci una pompa di calore come unico sistema di riscaldamento;

  3. l'utente dovrà consentire l'effettuazione di verifiche e controlli presso la propria abitazione;

  4. l'utente avere attivo un contratto di energia elettrica con un venditore aderente.


Nel periodo compreso tra il 1 luglio 2014 e il 31 dicembre 2015 ogni cliente interessato ad aderire alla tariffa D1, purché soddisfi questi requisiti, potrà presenterà a un venditore aderente una richiesta utilizzando l'apposita modulistica.

I venditori del servizio di maggior tutela dovranno obbligatoriamente offrire la possibilità di aderire alla tariffa D1, mentre i venditori del mercato libero potranno scegliere se partecipare o no.

Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare la Delibera 205/14 sul sito dell'AEEG.

Infine, coloro che non possiedono una pompa di calore come unico sistema di riscaldamento a casa,  o per qualsiasi altro motivo non soddisfano i requisiti per partecipare alla sperimentazione, possono trovare convenienza nelle offerte del mercato libero.

In effetti, con le offerte luce e gas del mercato liberalizzato è possibile tagliare i costi in bolletta del 6-7%, con il vantaggio aggiuntivo di poter bloccare il prezzo in molte offerte, evitando così eventuali aumenti previsti dall'Autorità.

Il passaggio al mercato libero è gratuito, non servono modifiche all'impianto o al contatore e la continuità del servizio durante il passaggio è garantita dall'AEEG.

Per identificare l'offerta più conveniente secondo il vostro profilo, rimandiamo al comparatore gratuito ed indipendente di tariffe luce e gas di SosTariffe.it