Back to top

Nucleare, La Germania Dice Stop, Enel Green Power Festeggia

È il 2022 la data di scadenza del nucleare in Germania: il governo tedesco, dopo una riunione fiume di tutti i leader di partito che sostengono la cancelliera tedesca Angela Merkel, ha annunciato la chiusura di tutte le centrali nucleari entro il 2022.

Nucleare

Alcuni reattori tedeschi, quelli costruiti prima del 1980, erano stati già disattivati poco dopo il disastro ambientale di Fukushima in Giappone. Ora entro l'anno saranno chiuse gran parte delle rimanenti centrali e ne rimarranno in funzione solo tre che dovranno essere spente entro il 2022. Il Governo tedesco si è ora impegnato a individuare le alternative al nucleare puntando molto sull'eolico: sono state già individuate le aree dove costruire nuovi impianti e saranno sviluppato turbine eoliche più efficienti.

Una scelta coraggiosa quella della Germania visto che le centrali nucleare coprono ben il 22% del fabbisogno energetico totale tedesco, ma una scelta che trova d'accordo gran parte dei cittadini. È soltanto di sabato scorso la manifestazione contro l'atomo che ha riempito con diverse migliaia di persone le piazze delle maggiori città tedesche: solo a Berlino fonti della polizia parlano di 20mila manifestanti mentre per gli organizzatori in piazza ne erano più di 25mila.

Un impegno quello tedesco contro il nucleare che rispetta quindi quella che sembra essere la volontà popolare e che va a cozzare invece con la posizione del governo italiano.

La moratoria approvata soltanto pochi giorni fa dal Parlamento è, per ammissione dello stesso Berlusconi, soltanto un modo per evitare che l'approvazione del referendum in programma il 12 e il 13 giugno prossimi, affossi per sempre la costruzioni di impianti nucleari in Italia: un modo come un altro per evitare che ad esprimersi siano i cittadini.