Back to top

Normativa ambientale, quella italiana è un disastro?

normativa ambientale

 

 

La normativa ambientale italiana è paradossale. E' questa l'opinione di Igor Villani, organizzatore di RemTech, la fiera che con cadenza annuale riunisce tutti i tecnici legati al mondo dell'ambiente e delle energie rinnovabili.

Igor Villani, intervistato dalla testata online Ingegneri.cc, si è mostrato assai critico verso le norme che regolano gli interventi sull'ambiente e la gestione delle attività "green", anche a seguito degli ultimi interventi legislativi. La qualità che più manca alla normativa ambientale italiana è la coerenza: sono stati fatte in questi anni piccole modifiche, isolate, a rischio dispersione. E quindi "agendo in questo modo non è possibile generare un ordinamento efficace in materia tecnica, soprattutto per l’ambiente, che ha bisogno di una visione chiara e coordinata e di obiettivi precisi." Il consiglio dell'intervistato è quello di intervenire una volta per tutte, ma farlo bene, regolando tutti gli ambiti della "tecnica in campo ambientale", creando normative compatte, snelle, coerenti al loro interno.

Villani ha anche parlato dei temi che emergeranno in futuro, soprattutto durante il prossimo RemTech. Ha parlato di un cambio di prospettiva. In particolare, si configura un nuovo orientamento, che vede al centro delle azioni ambientali non l'uomo ma l'ecosistema. Un'alternativa non umano-centrica ma che non dimentica l'importanza dell'uomo, visto che egli sarà comunque considerato (anche se solo come parte dell'ecosistema).

Villani, però, vede nel futuro anche qualche importante cambiamento di natura tecnica, e infatti dichiara: "Temi del futuro sono certamente il perfezionamento degli strumenti di parametrizzazione del sistema ambientale, sia dal punto di vista modellistico che diagnostico".

RemTech quest'anno si terrà a Ferrara, presso gli spazi dedicati alle fiere, dal 18 al 20 settembre. E' prevista la presenza i professionisti tecnici che si occupano, a vari livelli, di ambiente e di tutela dello stesso.