Back to top

Mobilità green: a Roma i primi taxi d'Italia 100% elettrici

foto-taxi-elettrico-roma
Grandi notizie che arrivano da Roma, ove sono arrivati i primi taxi d'Italia elettrici al 100%; un primo importantissimo traguardo verso la mobilità green e la sperimentazione di vetture ad emissioni zero, che mira a coinvolgere anche altre città, in primis Milano e Firenze.
Una mobilità green che vede in pista URI, 3570 e Nissan, che nel corso di una conferenza stampa hanno presentato i primi due taxi elettrici al 100%, assieme ad un camper per la ricarica mobile; un esemplare praticamente unico al mondo!
Insomma la mobilità sta cambiando, grazie a questa che è una vera e propria svolta per la nostra società e l'ambiente, grazie alla nuova possibilità di spostamento a basso impatto ambientale; una possibilità preziosa e che mira a risolve il problema degli spostamenti che talvolta, non è possibile effettuare con i mezzi pubblici e che nella capitale ora è finalmente risolto!
I taxi elettrici rappresentano infatti la soluzione per ridurre l'impatto ambientale del traffico cittadino, anche quando si tratta della corsa di una singola persona; e proprio questo infatti è l'obbiettivo che l'iniziativa, facente parte del progetto “Via col Verde”, lanciato nel 2012 da URI, intende proseguire, per tentare di far incontrare le esigenze degli italiani e le loro preoccupazioni sull'inquinamento in città.
Preoccupazioni che secondo un recente sondaggio inserito nell'iniziativa, vede il 71% degli italiani considerare la propria città molto inquinata, mentre l'80% considera positivo l'utilizzo dei taxi elettrici, in considerazione in particolare dei grandi vantaggi ambientali.
Quanto quindi ai dati tecnici, i due taxi Nissan Leaf presentati, sono:
  • a basso impatto e non emettono Co2;
  • prodotti col 99% di materiali recuperabili;
  • oltre il 60% della plastica utilizzata è ricavata da materiali riciclati.

Ma ecco le parole usate da Loreno Bittarelli:
"Questo per noi non è certo un punto di arrivo, ma il primo passo verso una mobilità veramente sostenibile e una Roma sempre più green" ha commentato "Attualmente, però, nella Capitale sono presenti poche colonnine per la ricarica, e non tutti i tassisti hanno un proprio box nel quale ricaricare la vettura. Abbiamo, quindi, previsto un'unità mobile per la ricarica dei taxi che in 20 minuti consente di ripristinare l'80% della carica. Questo camper, unico al mondo, utilizza l'energia fotovoltaica prodotta grazie ai pannelli istallati nella nostra sede".
I primi taxi della Capitale, sembrano essere stati accolti bene dai tassisti, i primi due dei quali, dopo averli testati su strada, hanno fatto sapere che la guida è molto più confortevole e sicura, oltre che meno faticosa; il motore è silenzioso ed a basso impatto, motivo per cui, a parità di servizio anche i clienti sembrano preferirli ai loro predecessori, dando così, un piccolo ma grande contributo, a salvaguardare l'ambiente!
Nei prossimi mesi i taxi elettrici, dopo Roma arriveranno anche a Firenze e Milano, in vista di Expo 2015; per cui, ora non resta che provarli!