Back to top

Mini-idroelettrico, energia pulita a basso costo

Lunedì 21 gennaio nella sede dell'Università Sapienza di Roma, alla presenza del Ministro delle Politiche Agricole, Mario Catania, verrà presentato il progetto "Mini-idroelettrico", un'iniziativa che mira a produrre energia pulita sfruttando gli impianti di irrigazione presenti in tutto il territorio italiano.

 

Il progetto Mini-idroelettrico sarà in grado di creare la bellezza di 350 milioni di kilowatt e 100 milioni di euro all'anno con un investimento iniziale piuttosto contenuto. Il progetto del Mini-idroelettrico andrà a sfruttare l'enorme rete di opere idrauliche di irrigazione che sono state realizzate con fondi pubblici. L'investimento iniziale sarà di circa 100 milioni di euro di cui 30 milioni di contributo pubblico.

 

Gli impianti di mini-idroelettrico che verranno attivati saranno circa 200. L'opera sfrutterà tutti vantaggi offerti dall'idroelettrico che rappresenta, all'interno dell'universo delle energie rinnovabili, quella con il costo di produzione di kWh più vantaggioso. Il progetto mini-idroelettrico sfrutterà, come detto, tutta la rete di opere idrauliche già presenti sul territorio e, quindi, non andrà ad influenzare in alcun modo i suoli agricoli ne tanto meno creerà alcun tipo di danno dal punto di vista paesaggistico. Per l'Italia questo progetto a basso costo rappresenta un incentivo ulteriore ad investire nel settore delle energie rinnovabili e dell'idroelettrico, una delle vie più ecologiche per produrre energia pulita.