Back to top

Mhybus: il primo autobus in Italia alimentato a idrogeno e metano

Category:
 
 
Mhybus, il primo autobus ad idrometano a Ravenna Mhybus, il primo autobus ad idrometano a Ravenna

 



Mhybus: è il nome del progetto sperimentale  che ha avuto un lieto coronamento con il periodo di prova di un anno a Ravenna; ora il nuovo autobus che è il primo mezzo pubblico di trasporto urbano in Italia e alimentato con  idrogeno e metano, è  pronto per essere applicato su larga scala.  Tutti i test che sono stati portati a termine hanno dimostrato che rispetto a un normale bus a metano, Mhybus ha consumato in un anno ben il 13% in meno di carburante e ha ridotto del 15% le emissioni di CO2.

Il progetto mira a rendere molto più eco-sostenibile la mobilità dei mezzi pubblici urbani, l'iniziativa sperimentale ha visto la collaborazione di: Regione Emilia-Romagna, Aster, il consorzio regionale per la ricerca industriale, Enea, Start Romagna, azienda per il trasporto pubblico locale, e Sol, gruppo specializzato nella produzione, ricerca applicata e commercializzazione di gas tecnici.

Alfredo Peri, assessore regionale ai trasporti della Regione Emilia-Romagna ha dichiarato: "questo progetto  ha avuto valore di apripista, oltre che per gli aspetti tecnici, per la definizione delle procedure relative all’omologazione di un nuovo tipo di veicolo da utilizzare per il trasporto pubblico. Mhybus fa parte delle strategie che la Regione ha attivato per un trasporto pubblico più sostenibile. Un progetto che si è rivelato vincente per il bacino di Ravenna, dove è presente un impianto a idrogeno ad alta efficienza che può essere utilizzato per la miscela. E’ un esempio di soluzione che contrasta il cambiamento climatico e migliora la qualità dell’aria pensata ad hoc per il territorio”.

L’autobus è stato utilizzato da START Romagna sul percorso della linea 8 nella città di  Ravenna, e ha percorso mediamente 212 km giornalieri, per oltre 45.000 km, con a bordo circa 10.000 passeggeri. Alcuni test effettuati sul motore del bus, prima e dopo la sperimentazione su strada, presso il CNR Istituto Motori di Napoli, e validati dal CPA di Bologna, hanno convalidato l'efficienza del mezzo, alimentato da idrometano.