Back to top

Methylocella silvestris: il batterio che salverà la Terra dall'inquinamento e dal riscaldamento globale

foto-batterio-salveràterra
Sempre più spesso si tende a parlare di inquinamento e di riscaldamento globale con toni preoccupanti per non dire allarmanti ma a tranquillizzare gli ambientalisti e l'umanità, oggi arriva uno studio condotto dall'University of West Anglia, in Inghilterra e pubblicato dalla rivista “Nature”, che presenta il Methylocella silvestris, ossia il batterio che salverà il nostro pianeta, dall'inquinamento e dal riscaldamento globale.
Ebbene si, perchè con il titolo di "Trace-gas metabolic versatility of the facultative methanotroph Methylocella silvestris", la prestigiosa rivista presenta il batterio, che potrebbe trasformarsi in un potentissimo alleato del nostro pianeta, in grado di assorbire tutte le sostanze più pericolose, specie dal punto di vista del cosiddetto “global warming”, ossia il riscaldamento globale e quindi di assorbire le perdite di gas ad effetto serra, prima che queste raggiungano l'atmosfera.
Una vera e propria ancora di salvezza o supereroe che dir si voglia quindi il batterio Methylocella silvestris, un batterio abbastanza comune nel suolo, in particolare in zone come le foreste del Nord Europa e la tundra, che si alimenta proprio grazie al metano - ossia uno dei gas serra più potenti e pericolosi – e di propano.
Un batterio rinvenuto tra l'altro nel Golfo del Messico, dopo il famoso disastro della piattaforma petrolifera "Deepwater Horizon", che come in molti ricorderanno, portò all'immissione nell'Oceano di quantità importanti di petrolio e gas.
Un batterio il cui impiego sarebbe quindi prezioso proprio nel caso di sversamenti di petrolio, come sostiene Colin Murrel, co-autore dello studio, che ritiene che in futuro si potrebbe infatti posizionare, nelle aree in cui si verificano perdite di gas.
Un possibile impiego che però è ancora tutto da sperimentare, per il quale saranno necessari ancora ulteriori studi ed approfondimenti, benchè considerando che il Methylocella silvestris può duplicarsi ogni 10 ore, potrebbe essere una vera e propria arma segreta contro l'inquinamento ed il riscaldamento globale, nelle normali attività naturali, in quelle geologiche e negli interventi eseguiti dall'uomo, compreso il fracking.
Una scoperta importante che potrebbe salvare il nostro Pianeta, della quale indubbiamente si sentirà ancora molto parlare! Non credete anche voi?

(Fonte: discovery.com)