Back to top

Mantenersi in forma con la palestra a zero consumo energetico

Viviamo in un mondo che solo da poco tempo sta provando a fare attenzione al consumo incontrollato delle risorse naturali. Fino ad oggi gli sprechi sono stati molteplici, e potremmo pagarne le conseguenze in tempi non troppo lontani.

Anche il mondo del fitness sta diventando sensibile alla causa, e ultimamente sta prendendo piede l’abitudine di cercare di risparmiare il più possibile sulle risorse energetiche.

Uno dei modi per portare avanti questa campagna è quella di utilizzare, a casa o nelle palestre, attrezzi di tipo magnetico anziché quelli di tipo elettrico.

Prendiamo ad esempio il tapis roulant, quel fantastico attrezzo che ci permette di simulare una corsa al coperto. Sempre più diffuso e dal prezzo sempre più abbordabile, il tapis roulant magnetico si differenzia da quello elettrico per via del fatto che è totalmente meccanico, ed il suo movimento deriva esclusivamente dalla forza delle gambe dell’individuo che lo sta usando. Questa è una fatica non di poco conto, unita al fatto che non possono essere raggiunte alte velocità nella corsa. Inoltre non è adeguatamente ammortizzato per sopportare allenamenti troppo intensivi.

Tutto questo potrebbe far pensare che il tapis roulant magnetico sia un attrezzo poco appetibile. Però il tapis roulant magnetico ha sicuramente alcuni vantaggi, tra i quali un costo contenuto, un ingombro relativo, ed il suo peso non troppo fastidioso. Il suo grande pregio rimane comunque quello di regalarci un enorme risparmio energetico, non dovendo essere collegato ad una presa elettrica per poter funzionare.

Un altro esempio potrebbe essere la cyclette, uno degli attrezzi per il fitness più diffusi da tempo. Anche qui, tralasciando quelle a resistenza meccanica, possiamo distinguere tra cyclette magnetica ed elettromagnetica. In entrambe la resistenza viene regolata tramite delle calamite, che però nel caso dell’elettromagnetica sono gestite tramite la corrente elettrica. Sia la cyclette magnetica che quella elettromagnetica sono molto silenziose, soprattutto rispetto a quelle a resistenza meccanica, e garantiscono fluidità e regolarità durante la pedalata. Risulta palese che scegliendo la prima in luogo della seconda andiamo a risparmiare energia elettrica, a fronte di un peggioramento delle prestazioni sopportabile.

Inoltre l’acquisto di una cyclette magnetica può essere visto anche come un investimento per il futuro in tutti i sensi, essendo un attrezzo resistente, con pochissimi problemi di usura.

Scegliere attrezzi per il fitness magnetici piuttosto che elettrici non è l’unica via percorribile per poter fare esercizio fisico a costo energetico contenuto, ma è sicuramente un buon inizio. Basti pensare che al di là dell’oceano sta prendendo sempre più piede l’idea delle palestre ecosostenibili, alimentate dall’uso degli attrezzi da parte degli utenti.