Back to top

Ma il mare non vale una cicca? per il sesto anno in difesa dell’ambiente

Category:

Si chiama Ma il mare non vale una cicca? ed è la campagna di tutela dell'ambiente promossa dall'associazione Marevivo in collaborazione con Japan Tobacco International (JTI), con il supporto del Sindacato Italiano Balneari, il sostegno del Corpo delle Capitanerie di Porto ed il patrocinio del Ministero dell’Ambiente, che anche quest'anno si adopera contro l'abbandono dei mozziconi di sigaretta sulle spiagge italiane.


Per il sesto anno, nel weekend del 2 e 3 agosto, oltre 1000 volontari distribuiranno gratuitamente 120mila posacenere tascabili, lavabili e riutilizzabili in più di 400 spiagge italiane, tra cui 22 aree marine protette, per invitare i bagnanti fumatori a non lasciare i mozziconi di sigaretta in spiaggia ed in acqua, consentendo così di risparmiare una fila di cicche lunga quanto un ipotetico ponte tra Roma e Cagliari, della lunghezza di 500 km.


Si tratta di un piccolo gesto che può veramente fare la differenza, come spiega il testimonial dell'iniziativa, il famoso conduttore televisivo e comico Massimiliano "Max" Giusti.


 

Ma il mare non vale una cicca Max Giusti è il testimonial di questa edizione di Ma il mare non vale una cicca.



 

Evitando di disperdere nell'ambiente i rifiuti, anche i più piccoli ed apparentemente insignificanti, è possibile risparmiare anni d'inquinamento alle acque dei nostri mari e degli oceani.


Basti pensare che occorrono fino a cinque anni per la completa degradazione di ogni singolo mozzicone di sigaretta. Si tratta di un problema che magari può sembrare insignificante se considerato su scala individuale, ma che assume proporzioni inquietanti se considerato a livello complessivo. Proprio su questo aspetto fa leva l’iniziativa Ma il mare non vale una cicca?, evocando la terrificante immagine di 500 km di mozziconi abbandonati.


Al primo posto nella top 10 dei rifiuti più raccolti nelle strade italiane, le cicche di sigaretta rappresentano il 30-40% dei rifiuti che inquinano il Mar Mediterraneo.


Secondo i dati dell'Istituto Superiore di Sanità, un fumatore produce ogni giorno approssimativamente una decina di mozziconi di sigaretta e, con le sei edizioni della campagna di Marevivo finora organizzate, si sono risparmiati al mare ed alle spiagge del nostro paese nientemeno che 16 milioni di mozziconi abbandonati, grazie ai posacenere tascabili distribuiti a titolo di favore.