Back to top

L’influenza di internet nel processo d’acquisto di un’automobile

394318_7733_xl_Le-auto-che-preferisco1

Settembre 2013 sorride al mercato automobilistico e fa registrare, rispetto a Settembre 2012, una crescita del 5,5%. A diffondere questi dati è l’ACEA, associazione dei costruttori auto, che ha raccolto le statistiche di vendita e le ha confrontate con lo stesso periodo dello scorso anno. In Europa, a Settembre, sono state vendute 1.194.216 automobili, contro le 1.132.238 unità del 2012. Dati confortanti su larga scala, ma se proviamo a mettere una lente d’ingrandimento, scopriamo che per l’Italia i dati hanno ancora segno negativo: -2,9%.
Lo scotto da pagare, rivela un dirigente Fiat, è la decisione di non abbassare i prezzi delle automobili delle case italiane, che vengono surclassate dalla concorrenza straniera. In Francia(+3,4%), nel Regno Unito(12,1%) e soprattutto in Spagna(+28,5%), si sono ottenuti risultati sorprendenti.

Internet copre un ruolo sottovalutato dalle aziende e spesso si rivela fondamentale nel processo d’acquisto. Un gruppo sempre più grande di persone utilizza il web per ricercare informazioni sui prodotti, sui prezzi, sulla qualità, sui difetti. Scambiano informazioni con altri utenti. Non fa eccezione il mercato automobilistico; sono decine, infatti, i siti, i blog e i forum in cui gli utenti possono trovare e scambiare informazioni con altri utenti e scrivere/trovare recensioni sull’auto di proprio interesse. Attraverso questo sito, per esempio, è possibile acquistare e vendere auto e moto, nuove ed usate(in questo caso della casa giapponese Nissan). Questo conferma che internet, oggi, viene utilizzato largamente anche per trovare la macchina ideale alle proprie esigenze. Non dimentichiamo, però, (e questa è la confessione di un venditore di auto) che non c’è venditore, o “svenditore” migliore del passaparola.

Infine, c’è da registrare, seppur questa rappresenti una piccola fetta nel panorama globale, un piccolo gruppo di persone “attendiste”.  Esse, infatti, sono proiettate all’acquisto delle auto elettriche, ma, a causa dei prezzi troppo elevati e i servizi non ancora del tutto efficienti, temporeggiano. Attendono l’abbassamento dei prezzi e i primi riscontri (magari su un forum) per decidere se passare all’energia “verde”.