Back to top

Lavoro eco: recupero dei metalli preziosi da computer ed elettrodomestici

lavoro eco

Manca il lavoro e spesso non si arriva a fine mese con lo scarno stipendio, specialmente se si tratta di operai. Allora perché non inventarsi nuovi lavori? Come il recuperatore di oro negli elettrodomestici visto il prezzo oro perennemente in rialzo. Ebbene, la maggior parte degli elettrodomestici che ogni giorno utilizziamo hanno all'interno delle tracce di oro, seppur piccole. Un esempio tra tuttti è il personal computer o il telefono cellulare, che ovviamenti tutti utilizziamo e tutti abbiamo nelle nostre case.

Secondo Andrea Squarcialupi, titolare della Chimet e specializzato nella vendita e nell'acquisto dell'oro in un chilo di motherboard si possono trovare da 0,2 a 2 grammi d'oro. L'oro è disposto su tutto l'hardware, soprattutto nella scheda madre e nella memoria Ram, ma vi se ne possono trovare minuscole parti anche nelle schede di espansione.

Il procedimento è piuttosto costoso e complicato. Inoltre non è consigliato farlo tra le quattro mura domestiche poichè gli elementi che vengono utilizzati per estrarre l'oro dalle varie componenti, sono altamenti nocivi e tossici, tanto che ha già condotto qualcuno alla morte.

Le ditte specializzate, però, non demordono, anzi hanno creato un vero e proprio business che ha permesso di creare lavoro nuovo, che parte dal Giappone e lentamente arriva anche in Europa, dando vita così ad un ottimo guadagno, ma anche alla salvaguardia dell'ambiente, smaltendo i rifiuti speciali.