Back to top

La sfida della sostenibilità viaggia a 300 all'ora su Italo

Category:

Il ministro Clini e Farinetti sul treno che ha l’ambiente nel Dna


Patto ecologico tra Ntv, Eataly e il Ministero per la riduzione dei gas serra



Roma, 24 gennaio 2013 – In viaggio su Italo per testimoniare l’impegno a favore della sostenibilità. Il treno più moderno d’Europa ospita il Ministro dell’Ambiente, Corrado Clini, e il Presidente di Eataly, Oscar Farinetti, per suggellare con l’amministratore delegato di NTV Giuseppe Sciarrone, l’attenzione ai temi ecologici da parte delle due aziende.

Grazie al programma nazionale del Ministero dell’Ambiente per l’impronta ambientale, Eataly e NTV, l’una nel settore alimentare l’altra in quello dei trasporti, hanno infatti firmato, lo scorso dicembre, l’accordo volontario che mira alla rilevazione e alla contabilizzazione delle emissioni di gas serra, per una loro riduzione, nell’ambito delle strategie contro il cambiamento climatico.

Il Ministro Clini, accompagnato dall’Amministratore Delegato NTV, Giuseppe Sciarrone, parte dalla stazione di Roma Tiburtina con l’Italo delle ore 13.55 alla volta di Bologna (arrivo alle 16.02), dove alla delegazione si unisce Oscar Farinetti per il viaggio di ritorno verso la capitale (Italo delle 16.48 da Bologna Centrale con arrivo a Roma alle 18.54).

Durante il viaggio, I tecnici NTV illustreranno al Ministro la “natura” ecologica di Italo, treno AV di ultima generazione innovativo e ‘verde’ fin dalla sua concezione: è infatti costruito con il 98% di materiali riciclabili e si avvantaggia di un peso ridotto (circa 70 tonnellate) che permette di utilizzare il 15% di energia in meno per passeggero rispetto a un treno tradizionale. Ciò significa un risparmio energetico annuale di circa 650.000 kWh su un percorso di 500.000 km, con conseguente riduzione nelle emissioni di gas serra.

“Il treno è da sempre simbolo di modernità e sviluppo, oggi anche di sostenibilità – ha dichiarato il ministro Corrado Clini - Con questo viaggio vogliamo indicare una strada per l’Italia, che investa sull’ambiente, sulla sicurezza del territorio, sulla qualità dei suoi prodotti e sulle eccellenze. L’esperienza di Italo e Eataly dimostra che le politiche ambientali applicate alla qualità dei prodotti e dei servizi aiutano a essere più competitivi. Il ministero dell’Ambiente ha avviato da alcuni anni un’iniziativa nazionale per il calcolo dell’impronta ambientale dei processi produttivi e dei prodotti. Si tratta di un programma che ormai coinvolge più di 70 imprese, molte delle quali leader a livello nazionale. Tra queste compaiono Italo e Eataly. È per noi un privilegio essere partner di queste realtà virtuose che dimostrano che in Italia si può fare”.

“Ormai per muovermi tra le grandi città italiane ho scelto definitivamente il treno” ha spiegato Oscar Farinetti. “Fortunatamente Italo ora parte ed arriva anche a Torino, da dove posso raggiungere rapidamente Bologna, Firenze e Roma, dove ci sono i nostri negozi Eataly. Ho scelto Italo ha concluso perché è veloce, silenzioso, comodo e sono ben assistito. Inoltre Italo, treno AV di nuova generazione, ha consumi energetici ridotti e quindi rispetta maggiormente l'ambiente. Infine su Italo si mangiano i cibi di Eataly, anch'essi prodotti nel rispetto della natura e dell'ambiente”

“Siamo orgogliosi – spiega Giuseppe Sciarrone, Amministratore Delegato di NTV – di aver contribuito a innalzare l’asticella del trasporto eco-compatibile.  La cultura della sostenibilità e il rispetto dell’ambiente sono scolpiti nel Dna di NTV. Il nostro treno, quanto di più innovativo e moderno oggi in Europa, è espressione, più di qualsiasi altro mezzo, dei valori sui quali abbiamo fondato il progetto: efficienza energetica, basse emissioni di gas serra, minore impatto acustico sul paesaggio. E la “prova” di Italo su rotaia ci sta dando ragione: con l’arrivo della concorrenza in Italia la domanda di trasporto ferroviario è infatti notevolmente cresciuta. A vantaggio dell’ambiente, ma anche della sicurezza”.

In base all’accordo sottoscritto con il ministero, Eataly Real Estate, immobiliare del Gruppo Eataly, si impegna ad effettuare una valutazione dell’impronta ambientale (carbon footprint e water footprint), relativa alla progettazione del Green Retail Park che sarà realizzato a Torino mentre NTV, da parte sua, valuterà le emissioni di CO2, relative alla tratta Roma-Torino percorsa dal treno Italo.