Back to top

La pillola che previene l’Aids: si apre il dibattito

medici

La pillola che previene l’Aids trova un suo impiego negli Usa, dove alcuni medici stanno già somministrando il farmaco (Truvada) a dei pazienti per scongiurare il rischio di infezioni. Ma, secondo l’autorità americana Food and Drug Administration, tale pratica anche se efficace,  potrebbe rendere il farmaco molto dispendioso per le casse dello Stato (Truvada costa all’incirca tra i $ 11.000 a $ 14.000 l'anno).

Truvada è stato approvato dalla FDA nel 2004 per il trattamento di persone infette dal virus dell'AIDS e una volta che un farmaco è sul mercato, i medici sono liberi di prescriverlo agli ammalati, tuttavia, alcuni di loro hanno iniziato a somministrare il farmaco anche ai pazienti che si trovano a godere di una buona salute, ma che rischiano di contrarre il virus dai loro partner o attraverso condotte di sesso a rischio.

Da qui, molti scienziati e medici si sono impegnati per ottenere l’autorizzazione della FDA alla commercializzare di Truvada quale pillola che previene l’Aids. Si aspetta una decisione definitiva da parte dell’autorità entro il 15 giugno. Una sua eventuale decisione positiva potrebbe permettere un maggior uso del farmaco e portare ad una riduzione dei costi dello stesso.

La pillola che previene l’Aids verrebbe, nel caso della sua approvazione, verrebbe somministrata a tutte quelle persone ad alto rischio di contrarre il virus, come ad esempio i gay con più partner sessuali, le prostitute e le persone con partner infetti. Uno studio molto ampio eseguito in Africa ha dimostrato un tasso soddisfacente di efficacia di Truvada e i ricercatori sostengono che l’efficacia della pillola può essere efficace al 90 per cento o anche di più.

La preoccupazione di alcuni esperti circa l’uso preventivo del farmaco è legata al fatto che l'uso di Truvada potrebbe causare carenze nei paesi poveri che hanno disperatamente bisogno della sostanza per il trattamento delle persone già infette.

Tags: