Back to top

La Lidl in Svizzera toglie i dolciumi dalle casse e mette la frutta

foto-lidl-svizzera-frutta-casse
Novità dalla Svizzera, ove nei supermercati della catena Lidl, snack e dolciumi spariranno dalle casse e verranno sostituiti da alimenti più salutari, come la frutta a guscio e la frutta essiccata: addio quindi a barrette di cioccolato, caramelle, chewing-gum, altri dolciumi e snack in cassa, che attirano da sempre in primis i bambini!
Ebbene si, la Lidl in Svizzera toglie i dolciumi dalle casse e mette la frutta, con un nuovo progetto chiamato "cassa alternativa", pensato per mettere al bando dalle casse i prodotti poco salutari, dolci o salati che siano; ad iniziare proprio dalla principale, ossia quella di solito più frequentata e quindi – fino ad oggi – più ricca di tentazioni, che sarà ben segnalata alla clientela.
A dirla tutta comunque in Svizzera la vendita di frutta e verdura in cassa non sono una novità ma secondo il nuovo progetto, alla cassa alternativa di Lidl, i consumatori svizzeri troveranno oltre alla frutta secca, quella fresca, alimenti naturali, bevande salutari e prodotti non alimentari, secondo la strategia già adottata in Gran Bretagna, dai supermercati Tesco.
Una strategia che riguarda ben 600 discount del Regno Unito, ove a seguito di un sondaggio rivolto alla clientela, il 68% dei genitori aveva comunicato, che i loro figli da sempre erano attratti dagli snack alle casse, tra ciocolatini, caramelle, dolcetti e snack di vario genere, e di aver risposto alle loro richieste quasi sempre!
Una tentazionedell'ultimo minuto”, alla quale cedere è piuttosto comune, ma che contribuisce a dare vita ad abitudini alimentari poco salutari; abitudini per correggere le quali, Lidl ha intenzione di offrire delle valide alternative, accettando quella che sarà l'inevitabile perdita economica a causa di questo cambiamento ma lieta di offrire un'alternativa sostenibile ai consumatori, come ha fatto sapere il portavoce della catena di supermercati:
"In più, con l'introduzione di una cassa alternativa noi rispondiamo al desiderio di molti genitori per cui fare la spesa con i bambini non sarà più sinonimo di stress. Ora la nostra clientela avrà un'opzione alternativa".
Gli acquisti compulsivi alle casse insomma, con questa nuova strategia diventeranno meno dannosi per la salute dei consumatori, nei 95 punti vendita Lidl, e chissà, che magari un giorno questa bella novità, non arrivi anche in Italia: vi piacerebbe?