Back to top

Italia: ecoturismo sempre più diffuso e apprezzato

In Italia sta prendendo sempre più piede il fenomeno dell’ecoturismo, vale a dire delle vacanze ecosostenibili e all’insegna del verde. Una tendenza talmente forte che anche gli operatori del settore, prime tra tutte le strutture ricettive, si sono adeguate adottando la filosofia della sostenibilità ambientali e trasformandosi così in strutture eco-friendly.

Da una recente indagine condotta nel comparto viaggi e vacanze, si è appurato che per ben l’83% dei vacanzieri nostrani la sostenibilità è una necessità, ove per sostenibilità si intende l’organizzare un viaggio all’insegna del rispetto della natura e cercando di ridurre al minimo possibile l’impatto ambientale.

Sempre più numerosi sono quindi i viaggiatori che si preoccupano dei danni che si possono arrecare all’ambiente a causa di un turismo mal gestito e che non tiene in minima considerazione le ripercussioni sulla natura.

Proprio in virtù di questa crescente coscienza ecologica da parte dei viaggiatori, stanno aumentando nel nostro paese gli alberghi eco-sostenibili, ovvero quelli che cercando di coniugare servizi e comfort con il rispetto della natura, promuovendo allo stesso tempo iniziative verdi.

Ma quali sono le strutture italiane più all’avanguardia sul versante delle vacanze sostenibili?

 

ecoturismoHotel eco-friendly in Italia

Come detto, l’Italia può vantare ad oggi molte strutture ricettive eco-friendly, ovvero consacrate ad un nuovo concetto di vacanza che abbia insito in sé il rispetto e la salvaguardia dell’ambiente. Sebbene si tratti di una tendenza generale, ci sono alcune aree del nostro paese e alcune strutture più all’avanguardia rispetto ad altre, ovvero più conformi a quelli che sono i rigidi e inflessibili canoni dell’edilizia ecologica.

Volendo stillare una sorta di elenco, tra i primi alberghi che si dovrebbe citare c’è certamente un hotel a Merano di 5 stelle, più precisamente il Theiner’s Garten BIO Vitalhotel, la prima struttura in Europa ad aver ottenuto la prestigiosa denominazione di “ClimaHotel”, in quanto perfetto esempio di edificio eco-sostenibile e economicamente e culturalmente compatibile.

Si tratta di un magnifico hotel che sorge proprio nel cuore di un enorme frutteto, ovviamente coltivato biologicamente, dove tutto è pensato e reso funzionale rispetto al concetto di eco-sostenibilità.

Accanto a questa vera e propria eccellenza ci sono poi nel resto del nostro paese molte altre strutture che sono riuscite ad ottenere la certificazione Ecolabel, con la quale, in sostanza, si entra a far parte di un circuito virtuoso di imprese che si impegnano, nella loro gestione quotidiana, a rispettare un preciso decalogo di buone pratiche ambientali stillato da Legambiente.

Tutti gli hotel, ma anche i b&b, le pensioni, gli ostelli e i residence che aderiscono a queste norme, si impegnano in sostanza a ridurre e riciclare i rifiuti prodotti, a cercare di attuare un risparmio idrico, a promuovere e incentivare le pratiche di risparmio energetico, a tutelare l’ambiente, a proporre ai propri clienti diete salutari e all’insegna del biologico, senza dimenticare, infine di incentivare il trasporto collettivo e di promuovere le bellezze culturali e artistiche del territorio.

Tanti gli “impegni” per gli hotel eco-friendly i quali pare stiano rispondendo al meglio al decalogo di Legambiante; il presidente dell’associazione, Luigi Rambelli, commenta così “Anche nel 2012 l’etichetta di Legambiente Turismo si è confermata come la più importante iniziativa italiana per la qualificazione ambientale dell’ospitalità turistica. Dai controlli estivi si è accertato un forte impegno generale per il miglioramento concreto della qualità, cosa che si inserisce autorevolmente nel movimento che punta sulla Green Economy come strumento importante per fronteggiare la crisi”.