Back to top

Inquinamento da Mercurio, siglato un accordo internazionale vincolante

Il 19 gennaio scorso è stata sottoscritta, da 140 stati differenti, la Convenzione di Minamata, il primo trattato legalmente vincolante che mira a ridurre e tenere sotto controllo le emissioni in atmosfera ed in acqua di Mercurio, metallo pesante molto dannoso per l'ambiente e per l'uomo.

Il trattato che verrà siglato in maniera ufficiale nel corso di un evento che si svolgerà in Giappone nel prossimo mese di ottobre è stato annunciato dal Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Unep) e dalla Svizzera. L'accordo stilato prevede un importante intensificazione dei controlli di sicurezza ed una drastica riduzione di prodotti e processi industriali in cui viene utilizzato, in maniera diretta o indiretta, il mercurio. Il trattato non sarà effettivo da subito ma dovrebbe entrare in vigore, in maniera completa, in un periodo di tempo compreso tra il 2015 ed il 2018.

Per combattere l'inquinamento da mercurio, il trattato prevede, inoltre, un'individuazione delle popolazione a maggiore rischio di contatto ed una migliore, e più specifica, preparazione degli operatori sanitari nell'identificare e nel combattere gli effetti negativi provocati dall'entrata in contatto dell'uomo con il metallo. L'inquinamento da mercurio rappresenta, ad oggi, una forte problematica del settore della tutela ambientale ed il ruolo che, nel corso del prossimo futuro, potrà ricoprire la Convenzione di Minamata potrebbe rivelarsi fondamentale per contrastare al meglio questo pericolo.