Back to top

Incentivi auto 2013: chi ne ha diritto

Incentivi auto

Finalmente il 14 marzo entreranno in vigore gli incentivi all'auto 2013. Il provvedimento viene alla luce con due mesi di ritardo rispetto alle aspettative. Altro motivo di delusione, probabilmente ancora maggiore, è l'entità del finanziamento: appena 40 milioni di euro. La conseguenza è solo una: saranno in pochi a usufruire degli incentivi. Dunque, occhio ai criteri di ammissione e preferenza. Di seguito, qualche informazione utile per rispondere alla domanda: chi ha diritto al finanziamento?

Innanzitutto hanno diritto agli incentivi coloro che acquisteranno una nuova automobile, originale e non usata, a partire dal 14 marzo e immatricolate entro il novantesimo giorno dalla stipula del contratto di acquisto.

Hanno diritto agli incentivi coloro che acquisteranno veicoli d'impresa, ma a delle condizioni. Innanzitutto è necessaria la rottamazione di un veicolo della stessa categoria del veicolo "nuovo". Il veicolo "rottamando", inoltre, deve essere immatricolato da almeno dieci anni e deve appartenere da almeno un anno al soggetto che richiede l'incentivo o da individui presenti nel suo stesso stato di famiglia.

Hanno diritto agli incentivi coloro che acquistano veicolo non d'impresa, e quindi a fini privati. In questo caso non esiste l'obbligo della rottamazione ma vi è un tetto nelle emissioni: un massimo di 95 g/Km di anidride carbonica.

I veicoli acquistabili sono tutti quelli originali, e quindi non usati. L'immatricolazione deve essere fatta entro 90 giorni dall'acquisto, pena l'esclusione dal contributo. L'acquisto, infine, deve essere perfezionato a partire dal 14 marzo e non prima.

Un altro capitolo importante riguarda la suddivisione dei fondi. Sono premiati alcune categorie di veicoli (come quelli a basse e bassissime emissioni). Ne parleremo nel prossimo articolo (cliccate qui per leggere).